Chi è Biagio Passaro, uno dei 12 arrestati per la manifestazione contro il certificato verde

·2 minuto per la lettura
Biagio Passaro IoApro
Biagio Passaro IoApro

La manifestazione “no Green pass” tenuta a Roma sabato 9 ottobre 2021 è sfociata in un attacco violento e indiscriminato che ha portato all’arresto di 12 persone. Tra loro c’è anche Biagio Passaro, leader di IoApro.

Chi è Biagio Passaro, leader di IoApro

“Si sfonda la sede della Cgil a Roma”: con queste parole, in un video, Biagio Passaro ha annunciato sul suo profilo Facebook la violenta irruzione nella sede del famoso sindacato.

Nel pomeriggio di sabato 9 ottobre Passaro si è fatto immortalare in mezzo alla folla di no Green pass ed estremisti. Con loro ha partecipato all’assalto alle istituzioni, mettendo a ferro e fuoco la Capitale. Oltre agli atti di vandalismo all’interno della sede nazionale della Cgil, i manifestanti hanno tentato di assaltare Palazzo Chigi e Parlamento. Ha protestato con leader di Forza Nuova come Roberto Fiore e Giuliano Castellino. Con loro anche l’ex Nar Luigi Aronica, soprannominato “er pantera di Monteverde”. Passaro è tra i 12 manifestanti a essere finito in manette.

Lui con l’estrema destra non ha nulla a che fare. Si è fatto conoscere durante l’ultimo anno di pandemia. L’imprenditore e ristoratore, di origine napoletana ma modenese d’adozione, è general manager del Regina Margherita Group, un franchising di pizzerie con punti vendita anche all’estero. Alle cronache nostrane Passaro si è fatto notare grazie al movimento IoApro, di cui è uno dei leader.

Biagio Passaro, il leader di IoApro ha partecipato alla manifestazione “no Green pass”

Biagio Passaro ha manifestato contro il Green pass tra le strade della Capitale. Lo ha raccontato lui stesso attraverso foto e video pubblicato sui social.

“Ragazzi, IoApro e tutti hanno invaso la Cgil”, dice nella diretta su Facebook. Dal megafono si sentivano urla come “Stiamo aspettando Landini” e ancora “Giù le mani dal lavoro, venduti”.

Biagio Passaro, il leader di IoApro chiede l’abolizione del Green pass

Nei mesi scorsi Biagio Passaro ha pubblicamente protestato contro le misure anti-Covid prese dal governo, prima per volontà di Conte poi di Draghi. Sui suoi social è evidente il suo antagonismo nei confronti del certificato verde, ormai essenziale per svolgere molte attività, spostarsi ed entrare in determinati luoghi.

Il movimento di cui è leader, IoApro, è persino promotore di un referendum per l’abrogazione del Green pass, che da venerdì 15 ottobre sarà obbligatorio anche sul posto di lavoro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli