Chi è Candyboy: vita privata e curiosità del chitarrista italiano

candyboy

Candyboy, pseudonimo di Andrea Chiarini, è un chitarrista italiano di rock e musica classica che ha fatto fortuna all’estero, in particolar modo negli Stati Uniti. Non ci sono quindi solo cervelli in fuga, ma anche musicisti in fuga che vanno a ricercare la fama fuori dall’Italia. Si autodefinisce laristocratico del rock, il nuovo Paganini.

Candyboy

Andrea Chiarini è nato il 28 novembre 1987 a Fermo. Ha sempre avuto una passione per la musica, in particolar modo per la chitarra, ma anche per i film horror e i racconti del macabro. La passione per la chitarra è coltivata in modo quasi ossessivo: il piccolo Andrea infatti suona il suo strumento spesso fino a farsi sanguinare i polpastrelli, pur di arrivare alla perfezione tecnica. I genitori infatti gli regalano presto la sua prima chitarra elettrica: il suo primo grande amore.

Durante gli anni delle scuole subisce episodi di bullismo, soprattutto a causa del suo taglio di capelli e delle sue orecchie a sventola. Per scampare dal malessere allora Andrea si rifugia nelle sue fantasie horror e nella musica. La passione per i film “Halloween”; “IT” e “La bambola assassina” lo ispireranno per i suoi travestimenti futuri, quando assumerà il nome di Candyboy.

Il giovane Chiarini si diploma al Conservatorio, fa esperienze in numerose band rock come chitarrista e pubblica sei album: in questo periodo ha dei problemi con droga e alcool. In seguito a questo periodo ‘buio’, il chitarrista si trasferisce negli Stati Uniti e qui crea il suo alter ego Candyboy. Proprio in America la sua carriera rinasce. Infatti Candyboy dimentica le sue sofferenze e il suo nascondersi per diventare finalmente sé stesso ed esplicitare le sue passioni: diventa così il personaggio che ha sempre voluto essere, musicista virtuoso con la chitarra e con le sue maschere horror. Pubblica quindi, tra gli altri, i pezzi “Black Mass”, “Alien Elite”, “Nine”, “Children of Lucifer” e gli album “Virtuoso” (nel quale suona la musica classica di Paganini, Barrios e altri con la chitarra) e l’omonimo “Candyboy”.

Vita privata e curiosità

Candyboy si è sposato a Las Vegas, nella famosa Little White Chapel, il 6 novembre 2018. Candyboy ha avuto anche un passato da rapper: all’epoca si chiamava però Capitan America, poi Dobro, e con i suoi pezzi ha vinto il Premio Donida. La sua passione per la musica rock nasce con l’ascolto dell’album “Appetite for Destruction” dei Guns’n Roses: i suoi idoli sono infatti Slash e Jimmy Page, chitarrista storico dei Led Zeppelin.

Ha parlato in un’intervista del motivo per il quale ha deciso di andare via dall’Italia:

In Italia ho pubblicato diversi dischi come solista con progetti differenti. Facevo 3 lavori per spingere la mia musica, nessuno mi voleva far suonare nonostante avessi un pezzo in radio che stava girando bene. Ero parcheggiato in un angolo e mi sono sempre visto passare gente davanti che neanche sapeva suonare uno strumento, ma era amico di questo e di quello o era un portaborse dell’editore, in Italia funziona cosi. Non suonavo praticamente più e questo mi ha portato ad un periodo buio, abitavo a Milano, brutti ricordi. Poi sono tornato dove tutto era cominciato, nelle Marche, dove sono nato e dove da piccolo mi sono diplomato al conservatorio. Da li ho iniziato un processo di ricostruzione.