Chi è Dustin Hoffman, curiosità sull’attore statunitense

Chi è Dustin Hoffman, curiosità sull’attore statunitense

Nella storia del cinema ci sono alcuni attori che per i ruoli da loro interpretati sono diventati molto amati dal pubblico. Uno di questi è sicuramente Dustin Hoffman che grazie alle sue incredibili interpretazioni è diventato uno dei protagonisti della storia del cinema americano. Ecco chi è questo straordinario autore raccontato attraverso la sua vita e la sua carriera.

Chi è Dustin Hoffman?

Dustin Hoffman è un attore, regista e produttore cinematografico statunitense. Si tratta di un personaggio versatile che passa dal thriller alla commedia. Nel corso della sua carriera ha interpretato ruoli di forte drammaticità e molto complessi. Le sue memorabili interpretazioni hanno caratterizzato per oltre trent’anni il cinema americano. Nel corso della sua lunga carriera ha interpretato in modo magistrale personaggi che hanno fatto la storia del cinema. Ha inoltre girato numerosi titoli divenuti cult e diverse pellicole memorabili.

La vita e la carriera

Nasce a Los Angeles l’8 agosto del 1937. Il padre è uno scenografo e la madre è un’attrice. Fin da giovanissimo la sua vita è influenzata dalle sue inclinazioni artistiche. Intraprende lo studio della musica iscrivendosi al conservatorio. Il piccolo Dustin risulta essere poco dotato per questo tipo di arte e decide quindi di studiare anche arte drammatica. Abbandona definitivamente la musica e si trasferisce a New York per studiare recitazione.

Inizialmente svolge una lunga gavetta interpretando ruoli marginali. La grande occasione arriva con lo spettacolo prodotto da Brodway Aspettando Godot scritto da Samuel Beckett. Durante questa straordinaria performance viene scoperto da Nichols che nel 1986 lo vuole come comprimario del suo film I Laureati. Con questo film ottiene una nomination agli Oscar come migliore attore. La prima statuetta della carriera arriva nel 1989 con l’interpretazione nel film Kramer contro Kramer.

I film di Dustin Hoffman

La sua prima interpretazione è quella de I Laureati, il film che lo trasforma da perfetto sconosciuto a divo del grande schermo. Qui esprime in modo impeccabile le inquietudini e gli entusiasmi del personaggio da lui interpretato. La pellicola girata da Mike Nichols si basa sul romanzo omonimo scritto da Charles Webb. Nel 1974 recita nel film biografico Lenny diretto da Charles Webb. Questo rende omaggio a una delle personalità più celebri e scandalose della comicità americana. Molto importante anche la sua partecipazione nel film Tutti gli uomini del presidente del 1976 diretto da Alan J. Pakula. Qui è Carl Bernstein uno dei cronisti di punta del Washington Post. La pellicola è tratta dall’omonimo libro pubblicato da Woodward e Bernsteined ed è una delle più importanti mai realizzate sul giornalismo.

Nel 1979 riceve il premio dell’Oscar come migliore attore per il film Kramer contro Kramer scritto e diretto da Robert Benton. Tratto dal romanzo di Avery Corman racconta la vita quotidiana di un uomo completamente immerso nel suo lavoro. Un giorno la moglie decide di lasciarlo e gli affida il compito di occuparsi da solo del figlio Billy, questo lo costringe ad affrontare sfide e problemi che non aveva mai incontrato.

Altro film indimenticabile che lo ha visto come protagonista è L’uomo della pioggia del 1988. La pellicola diretta e scritta da Barry Levinson racconta la storia di due fratelli che si incontrano già adulti. I due non potrebbero essere più diversi di così. Infatti Charlie, interpretato da Tom Cruise è un giovane yuppi squattrinato mentre il fratello Raymond Babbitt, Dustin Hoffman, è affetto da una grave forma di autismo.

Una delle sua affermazioni più famose risale alla cerimonia del primo Oscar “tutti i premi sono stupidi perché mettono la gente di talento una contro l’altra.” Ha affermato Hoffman.

Si è sposato due volte, la prima nel 1969 con Anne Byrne da cui ha divorziato nel 1980. Nello stesso anno si è sposato con l’attuale moglie Lisa Gottsegen dalla quale ha avuto 4 figli. Verso la fine degli anni ’90 inizia a dedicarsi anche alla produzione cinematografica. Nel 1996 ha ricevuto a Venezia il premio Il Leone d’oro alla carriera.