Chi è Jennifer Arcuri, l'ex modella che ha messo nei guai Boris Johnson

sonia montrella

Jennifer Arcuri, l'imprenditrice americana al centro di un conflitto di interessi che coinvolge il primo ministro britannico, si è rifiutata di negare un "legame molto stretto" con Boris Johnson. Nel corso della sua prima intervista concessa da quando è esploso il caso, Arcuri ha detto che l'allora sindaco di Londra ha visitato il suo appartamento a Shoreditch una “decina di volte", ma ha rigettato le accuse secondo le quali avrebbe approfittato della situazione per fare carriera.

Arcuri ha sottolineato a “Good Morning Gran Bretagna” di ITV che i suoi successi commerciali come imprenditrice tecnologica sono stati raggiunti senza l'aiuto di BoJo. "Boris non aveva nulla a che fare con i miei risultati". La società di Arcuri, la Innotech, ha ricevuto  26.000 sterline in denaro pubblico, la sua ultima azienda, Hacker House, ha ricevuto anche una sovvenzione di  100.000 sterline all'inizio del Dipartimento di Digital, Cultura, Media e Sport. In totale fanno oltre 141 mila euro.

Non è tutto: la donna ha preso parte a tre missioni commerciali estere guidate da Johnson nonostante la sua partecipazione fosse stata inizialmente rifiutata. Alla domanda se avesse mai discusso dell'assegnazione di quei soldi con Johnson, Arcuri ha ribattuto: "No categoricamente”, aggiungendo: "Pensa che perderei tempo a parlare di queste cose?”. “Tengo molto a lui come amico - ha poi aggiunto - e condividiamo un legame molto stretto, ma gli auguro ogni bene. Voglio che sia felice. E voglio davvero che si concentri sul rendere di nuovo la Gran Bretagna eccezionale ”.


La Arcuri è coinvolta in quattro indagini separate:

• Il Dipartimento per il digitale, la cultura, i media e lo sport sta trattenendo oltre la metà di un finanziamento di £ 100.000 per la promozione del digitale britannico assegnato quest'anno alla società Arcuri, Hacker House, in attesa di una revisione su come sono stati assegnati i soldi.

• Il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha lanciato una revisione indipendente su come Arcuri ricevette la sponsorizzazione e l'accesso a viaggi commerciali guidati da Johnson quando era sindaco.

• Il comitato di sorveglianza dell'assemblea di Londra ha dato a Johnson fino alla settimana prossima per spiegare i suoi apparenti conflitti di interesse su Arcuri.

• All'Ufficio indipendente per la condotta della polizia è stato chiesto di verificare se Johnson ha commesso un reato di cattiva condotta negli uffici pubblici, perché durante il suo tempo come sindaco era anche responsabile della polizia metropolitana.

Già giorni fa il premier britannico, Boris Johnson, aveva respinto le accuse di un possibile conflitto d'interessi con Jennifer Arcuri. "Non c'era nulla da dichiarare per quanto riguarda i rapporti con Arcuri", aveva risposto a una domanda sul caso durante il The Andrew Marr Show sulla Bbc. "Ho fatto tutto correttamente", aveva aggiunto l'ex sindaco di Londra accusando l'opposizione di volerlo mettere in difficoltà a causa delle sue posizioni sulla Brexit.

Ma chi è Jennifer Arcuri?

Trentaquattro anni, Arcuri è un'ex modella ora imprenditrice tech. Nata e cresciuta negli Stati Uniti, si trasferisce a Londra nel 2011. In California muove i primi passi a Radio Disney Dj di proprietà della Walt Disney Company. Poi approda al cinema producendo e dirigendo il cortometraggio “La Valise" del 2008, che ha preso parte alla Short Film Showcase del Festival di Cannes.

Dopo il trasferimento nel Regno Unito, la carriera di Jennifer Arcuri vira verso il campo della tecnologia. L'ex modella fonda Playbox Ltd, un social network per l'industria della tecnologia video. Poi è la volta di The Innotech Network a East London. E infine di Hacker House, una rete che mette in collegamento esperti nel campo della cybersicurezza.