Chi è Kanye West: non solo musica, anche controverse posizioni politiche e disturbi psichiatrici

Kanye West nasce nel 1977 ad Atlanta, Georgia. A tre anni i suoi genitori divorziano e si trasferisce a Chicago con la madre. Inizia la carriera a metà degli anni '90 come produttore per artisti locali e nel 2001 irrompe sulla scena musicale come produttore dell'iconico album di Jay-Z, "The Blueprint". Ma Ye voleva mettersi dietro a un microfono. Dopo aver registrato un mixtape, firma un contratto con la Death Row Records. A febbraio 2002 esce il leggendario album "The College Dropout", che grazie a canzoni come "Jesus Walks" e "All Falls Down" diventa subito un classico. Continua a sfornare dischi sorprendenti, come "Yeezus" e "My Beautiful Dark Twisted Fantasy", e inizia a lavorare nella moda: Yeezy, la sua collaborazione con Adidas, è uno dei brand più pubblicizzati. Nel 2014 sposa Kim Kardashian, ma a fine 2021 i due divorziano. La coppia ha quattro figli: North, Saint, Chicago e Psalm West. Le sue opinioni controverse, come il sostegno a Trump, lo mettono sotto i riflettori più della musica.

Ye rilascia dichiarazioni controverse che fanno scalpore, come quella in cui afferma che 400 anni di schiavitù "sembravano una scelta". Si scontra con artisti del calibro di Taylor Swift, 50 Cent, Jay Z e Billie Eilish. Con una diagnosi di disturbo bipolare, la salute mentale è una delle sue più grandi battaglie. Nonostante ciò, è considerato uno degli artisti più influenti degli ultimi anni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli