Chi è la campionessa 14enne Benedetta Pilato: media del 9 e stesso allenatore della Pellegrini

HuffPost

Nata a Taranto il 18 gennaio 2005, la neo-campionessa Benedetta Pilato, sin da giovanissima, affianca ai suoi studi la grande passione per il nuoto. A Taranto frequenta il liceo scientifico Maria Pia, terminando il primo anno con la media del nove. Benedetta brucia in breve tempo le tappe. Si tessera per Fimco Sport e si specializza nella rana (50 e 100 metri), allenata da Vito D’Onghia e da Max Di Vito, storico primo allenatore di Federica Pellegrini che ha scelto di trasferirsi in Puglia per seguirla da vicino negli allenamenti degli ultimi anni. 

All’età di quattordici anni e sei mesi, è diventata l’atleta azzurra più giovane a debuttare in un campionato mondiale, battendo il record di Federica Pellegrini, che aveva 14 anni e 11 mesi quando debuttò in staffetta nel 2003. Il primo dicembre 2018, a soli tredici anni, ha conquistato con un tempo di 30″32 la medaglia d’argento nei 50 rana ai campionati italiani open di Riccione in vasca corta. A giugno 2019, Benedetta ha poi realizzato il nuovo primato italiano nei 50 rana (30″13) durante il torneo Settecolli al Foro Italico di Roma. 

Il 3 luglio 2019, alla sua prima presenza in nazionale, ai Campionati europei giovanili di nuoto 2019 di Kazan, ha vinto la medaglia d’oro nei 50 rana, stabilendo il record dei campionati con 30″16; due giorni dopo ha conquistato anche la medaglia d’argento nella staffetta 4x100 mista femminile insieme a Gaetani, Biasibetti e Cocconcelli, con il tempo di 4′05″66. Sempre a Kazan ha stabilito il nuovo record italiano categoria ragazzi nei 100 rana con il tempo di 1′08″21, record battuto poco dopo ai campionati mondiali giovanili di Budapest.

I mondiali di Corea, a luglio 2019, confermano la sua ascesa ai vertici del nuoto mondiale: ottiene infatti il secondo posto nei 50 rana. Un ottimo risultato, confermato dalla straordinaria vittoria recentemente ottenuta agli Europei di nuoto in corso di svolgimento a Glasgow, dove Benedetta Pilato ha conquistato la...

Continua a leggere su HuffPost