Chi è Lindsay Hoyle, nuovo speaker della Camera dei Comuni britannica

Brahim Maarad

Lindsay Hoyle è il nuovo speaker della Camera dei Comuni britannica: laburista low profile, 62enne, pacato e conciliatore, sostituisce in tutto e per tutto l'eccentrico John Bercow, grande protagonista della tumultuosa pagina della Brexit che Hoyle ha ora il delicato compito di completarne la scrittura.

Thanks to all those who nominated me to be Speaker@CharlesWalkerGB @marionfellows @tracey_crouch @MarshadeCordova @DavidCrausby @joanryanEnfield @SeemaKennedy @Pauline_Latham @KevanJonesMP @SirRogerGale @William_Wragg @Chris_Matheson @khalid4PB @CarolineFlintMP @Jamie4North pic.twitter.com/VyCmba8FaN

— Lindsay Hoyle (@LindsayHoyle_MP) November 4, 2019

Già vice di Bercow dal 2010, il deputato del Lancashire si è sempre distinto per la sua imparzialità e per la "gentilezza", attributo evidenziato anche dal premier, Boris Johnson, nel suo intervento di benvenuto. Parole di apprezzamento sono arrivate anche dal suo ormai ex capogruppo, Jeremy Corbyn.

"Questa Camera cambierà e cambierà in meglio. Spero tornerà di nuovo una grande e rispettata Camera, non solo qui ma in tutto il mondo. Dobbiamo assicurarci di spazzare via queste macchie", ha dichiarato nel suo primo intervento da numero dell'assise, promettendo che sarà "neutrale" e "trasparente".

New Speaker says he hopes "tarnish is polished away" from Commons and respect restored

Sir Lindsay Hoyle also pays tribute to his daughter Natalie who died two years ago, saying, "I wish she'd been here"https://t.co/9GrDR3YaX7 pic.twitter.com/5yFqO3RSkP

— BBC Politics (@BBCPolitics) November 4, 2019

Ha ricordato sua figlia Natalie, morta suicida nel 2017 dopo essere uscita da una relazione "tossica". "C'è una persona che non è qui: mia figlia, Natalie. Vorrei che fosse stata qui, manca a tutta la famiglia, non più di quanto manchi a sua madre. Devo dire che lei era tutto per noi. Ci mancherà sempre, ma sarà sempre nei nostri pensieri".

Al contrario del suo predecessore, non si è mai sbilanciato sulla Brexit ma quando è stato necessario, ad esempio nel 2017 contro i nazionalisti scozzesi che cantavano l'inno europeo in pieno svolgimento dei lavori parlamentari, ha saputo tirare fuori gli artigli e zittirli. In un'intervista di domenica, aveva spiegato di vedere lo speaker come un semplice arbitro e che "la gente non vuole ricordarsi dell'arbitro, ma della partita".

A casa, Hoyle ha un piccolo zoo con gli animali che portano nomi di politici britannici: il pappagallo Boris, in onore del premier conservatore, la tartaruga "dal guscio duro" Maggie e il rottweiler Gordon, come gli ex premier Thatcher e Brown.