Chi è Mahmood

Nato a Gratosoglio, in provincia di Milano, il 12 settembre 1992 da padre egiziano e madre sarda, Alessandro Mahmoud, conosciuto con il nome d’arte di Mahmood, è un cantautore e rapper italiano. E’ ancora un bambino quando comincia a prendere lezioni di canto. Dopo la separazione dei genitori, vive con la madre e interrompe i rapporti con il padre, del quale non ha fatto in tempo ad imparare neppure la lingua. In compenso Mahmood parla fluentemente il sardo. A 15 anni inizia a prendere lezioni di canto dal maestro Gianluca Valenti. Dopo la maturità conseguita al liceo linguistico, studia presso il Centro Professionale Musica di Milano, dove fa la conoscenza di colui che sarà il suo primo manager, Andrea Rodini. Nel 2012 partecipa ad X Factor e il suo giudice è Simona Ventura ma l’esperienza dura solo 3 puntate. Tre anni più tardi è sul palco di Area Sanremo, dove vince il primo premio e si aggiudica la possibilità di partecipare al Festival di Sanremo del 2016 nella categoria Nuove Proposte. L’anno dopo vince la sezione Giovani del Summer Festival ed inizia a collaborare con Michele Bravi, Fabri Fibra ed altri colleghi, per i quali scrive spesso anche i testi delle canzoni. Nel settembre 2018 pubblica il suo primo Ep ‘Gioventù bruciata’, contenente l’omonimo brano che gli vale la vittoria di Sanremo Giovani 2018.

Il 2019 è l’anno della consacrazione a livello nazionale ed europeo: Mahmood vince infatti il Festival di Sanremo con il brano ‘Soldi’ e ottiene il secondo posto all’Eurovision Song Contest. Segue un florido periodo di collaborazioni e produzione musicale. Saluta il 2020 con la pubblicazione del nuovo singolo ‘Rapide’ e un anno dopo esce l’album ‘Ghettolimpo’, con il quale comincia il tour.

Nel dicembre del 2021 viene annunciata la sua partecipazione a Sanremo 2022.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli