Chi è Monica Vitti: curiosità e vita privata dell’attrice

monica vitti

Monica Vitti è una straordinaria interprete del cinema italiano di tutti i tempi. Attrice versatile, ha saputo destreggiarsi tra il cinema d’autore e quello popolare, il dramma e la commedia all’italiana. Una vita dedicata al lavoro con una longeva carriera di oltre 40 anni sul set, sancita da premi e dalla fama internazionale.

Monica Vitti

Maria Luisa Ceciarelli, in arte Monica Vitti è nata il 3 novembre 1931 a Roma da padre romano e madre bolognese. Il suo nome d’arte nasce a partire dal cognome della madre, Vittiglia mentre “Monica” è stato scelto per caso mentre leggeva un libro.

L’approdo al mondo della recitazione non è stato casuale. Infatti l’attrice frequenta l’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’amico, che da subito le ha permesso di recitare in importanti spettacoli teatrali come “Sei storie da ridere” del 1956 e “Capricci di Marianna” del 1959. L’esordio nel cinema avviene nel 1959 con il film “Le dritte“. La svolta arriva nel 1960, quando incontra Michelangelo Antonioni, regista ed ex compagno, con cui gira quattro film: “L’avventura” del 1960; “La notte” del 1961; “L’eclisse” del 1961 e “Deserto Rosso” del 1964. Negli anni ’60/’70 è il simbolo della rivoluzione femminile nel mondo del cinema nostrano, alter-ego dei mitici colleghi uomini come Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Vittorio Gassman e Nino Manfredi. L’attrice dimostra di essere a suo agio sia in commedie, sia in ruoli drammatici: tra i suoi successi anche “Amore mio aiutami” di Alberto Sordi nel 1970 oppure “Modesty Blaise”; “La pacifista” e “Il fantasma della libertà” del 1974.

Quella di Monica Vitti è stata una vita dedicata al lavoro, cosa che le ha permesso di ricevere importanti premi e riconoscimenti: ben 5 David di Donatello vinti come migliore attrice protagonista; 3 Nastri d’Argento; un Ciak d’oro alla carriera; 12 Globi d’oro; il Leone d’oro alla carriera a Venezia e un Orso d’argento alla Berlinale. L’attrice ha ricevuto anche un Globo d’oro come regista per il film debutto “Scandalo Segreto” del 1990.

Vita privata

La sua ultima apparizione risale al marzo del 2002 alla prima teatrale italiana di “Notre-Dame de Paris”. Da anni, infatti, Monica Vitti è affetta da una malattia degenerativa simile all’Alzheimer, che purtroppo l’ha costretta a ritirarsi dalle scene. Oggi vive nella sua villa a Roma accudita dal marito e da una badante.

La vita sentimentale dell’attrice è stata piena di amori. La Vitti ha avuto tre importanti relazioni: la prima con il regista Michelangelo Antonioni, poi con il direttore della fotografia Carlo Di Palma ed infine Roberto Russo, fotografo di scena e regista, che ha sposato nel 2000 dopo un fidanzamento lungo 27 anni.