Chi è Oliver Sacks

Oliver Sacks
Oliver Sacks

Oliver Sacks, il medico dei Risvegli, era un neurologo, psichiatra e scrittore di grande successo. Oliver Sacks e la musica sono il tema della traccia di tipologia B alla prima prova della Maturità 2022.

Oliver Sacks, il medico dei Risvegli

Oliver Sacks è stato il neurologo più famoso di sempre, ma è stato anche un chimico, uno scrittore e un accademico di grande successo. L’uomo, scomparso nel 2015 a New York, ha aperto al pubblico la neurologia, grazie alle sue opere, come Risvegli, L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello e Musicofilia. Il medico di origini inglesi ha avuto una vita molto particolare, con una memoria che faceva difetto. Sacks soffriva di prosopagnosia, un deficit percettivo del sistema nervoso centrale che impedisce di riconoscere i volti delle persone. Lui stesso, nella sua autobiografia, ha spiegato di avere difficoltà in alcuni momenti a riconoscere se stesso allo specchio.

Oliver Sacks: la biografia

Oliver Sacks è nato a Londra il 9 luglio 1933 da una famiglia di origine ebraica. I suoi genitori erano medici e nella sua famiglia erano presenti scienziati e fisici. Lui era il più piccolo di quattro fratelli, uno dei queali soffriva di schizofrenia. Quando ha compiuto 6 anni è stato costretto a scappare da Londra per via degli attacchi aerei tedeschi e si è rifugiato in un collegio nelle Midlands. Una volta finita la guerra ha lasciato il collegio e ha iniziato a frequentare la St. Paul’s School, seguendo la sua passione per la chimica. Si è laureato in Medicina e Chirurgia ad Oxford e ha iniziato a fare il medico negli Stati Uniti, per poi ottenere un posto di lavoro al Mt. Zion Hospital di San Francisco e all’Università della California.

Quando è diventato professore di neurologia e neurologia clinica a New York, ha fatto il suo incontro più importante con alcuni invalidi neurologici sottoposti ad una condizione di torpore perpetuo. Un incontro che gli è servito per capire che si trattava di encefalite letargica e che lo ha spinto a trattare i pazienti con un nuovo farmaco, il levodopa. In questa occasione ha scritto il libro Risvegli, da cui è stato tratto un famoso film nel 1990, con Robin Williams e Robert De Niro.

Oliver Sacks: le opere più belle

Dal 1970 Oliver Sacks ha scritto dei disturbi neurologici dei suoi pazienti, pubblicando libri e articoli. Tra i suoi lavori più famosi ci sono L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello, in cui descriveva gli effetti dell’agnosia su un musicista, Un antropologo su Marte, dedicato all’incontro con una professoressa che soffriva di una forma particolare di autismo, la sindrome di Asperger, e Vedere voci, dedicato ai pazienti affetti da sordità. Ci sono molte altre opere famose, come L’isola dei senza colore, dedicato alle malattie neurodegenerative della tribù indigena dei Chamorro, Musicofilia, sul tema della musica usata a scopi terapeutici nella sindrome di Tourette, Allucinazioni, Emicrania, Diario di Oaxaca, L’occhio della mente, In movimento. Nel 2016 è uscito un lavoro postumo, Gratitudine.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli