Chi è Rahul Teoli, l'alunno de Il Collegio che in apparenza è il compagno di banco che nessuno vuole

Di Roberta Cecchi
·3 minuto per la lettura
Photo credit: courtesy photo
Photo credit: courtesy photo

From Cosmopolitan

Rahul Teoli de Il Collegio è uno dei ragazzi più irrequieti di questa edizione del programma di Rai 2, dove i suoi continui battibecchi con i professori lo stanno mettendo continuamente nei guai, facendogli rischiare l’espulsione in più di una occasione. Permaloso, fumantino, facilmente irritabile, poco incline alle critiche e alle regole: sulla carta Teoli sembra essere il classico compagno di banco che nessuno vorrebbe avere al proprio fianco, di quelli che durante le lezioni ti tirano dei pezzettini di gomma pane nei capelli o che, nel corso di una verifica di matematica, ti disturbano di continuo per sapere come si calcola l'area di un ottagono o di un cerchio.

Nonostante questo però Rahul è riuscito nell’impresa di diventare amatissimo non solo dai compagni di classe de Il Collegio 5 (tra i quali compare anche la sorella Usha Teoli, alla quale è molto legato) ma anche dal pubblico, che l’ha eletto immediatamente tra i suoi preferiti. Ma come è possibile tutto questo? Semplice, malgrado il suo caratterino decisamente irrequieto (non a caso i genitori lo hanno soprannominato ‘diavolo della Tazmania’) Rahul è un ragazzo pieno di pregi, puro, che sprizza love da tutti i pori (vogliamo parlare delle meravigliose dediche d’amore fatte alla compagna Ylenia Grambone?) e dal cuore buono che si ritrova, suo malgrado, nel bel mezzo dell’adolescenza: ovvero con un piede ancora ben ancorato nel mondo dei ragazzi e l’altro già proiettato verso quello degli adulti. Una cosa questa che a Teoli sembra non piacere un gran che.

Io non voglio crescere, sono come Peter Pan” continua a ripetere Rahul Teoli de Il Collegio 5, ormai completamente sopraffatto dalla sindrome di Peter Pan, un po’ come se il ribadire in modo ossessivo questo concetto potesse impedirgli realmente di diventare grande, restando 16enne a vita. Sì, in effetti sarebbe bello se potesse bastare così poco per fermare il tempo allungando all’infinito un periodo meraviglioso della propria vita, del resto a chi non piacerebbe? Peccato però che tutto questo non sia possibile e, pian piano, anche Rahul Teoli (il cui profilo Instagram conta più di 150 mila follower) se ne stia rendendo conto, accettando lo scorrere del tempo ed imparando a crescere grazie all’aiuto dei professori (capitanati dal buon Maggi, con il quale Teoli ha instaurato un rapporto davvero meraviglioso), della sorella Usha e dai suoi compagni di classe (come Giordano Francati, Andrea Di Piero, Alessandoro Andreini, Giulia Matera, Ylenia Grambone e Luna Scognamiglio), ai quali il Teoli è molto legato. Che una volta uscito dal Il Collegio Rahul sia finalmente pronto a diventare grande?

Chi è Rahul Teoli

Nato sotto il segno della Vergine il 21 settembre 2004 in quel di Nuova Delhi, in India, Rahul Teoli (età 16 anni) e la sorella Usha Teoli vivono un’infanzia davvero terribile, con un padre alcolizzato e violento che torna a casa sempre ubriaco, finendo così con il maltrattare la moglie la quale, improvvisamente, decide di fuggire per sempre scomparendo nel nulla. Quando Rahul e Usha hanno solo 3 e 4 anni vengono abbandonati dal padre nei pressi di una stazione, ritrovandosi improvvisamente soli e senza una famiglia. “Quando eravamo piccoli lei lavorava e mi ha fatto da mamma. Siamo stati abbandonati da piccoli. Siamo saliti su un treno. Ci sono state delle signore che ci hanno visti, ci hanno aiutato e ci hanno portato in un istituto dove hanno preso tutti e due” racconta Teoli nel suo video di presentazione del Collegio 5.



Siamo stati adottati nel 2011 passando dall’avere niente all'avere tutto. Quelle 14 ore ci hanno trasformato la vita” prosegue Rahul, riferendosi al viaggio verso l'Italia dove, ad aspettarlo, c'è una nuova vita e una nuova famiglia. “Ho avuto paura di fidarmi delle persone” ha poi concluso il 16enne che oggi, anche grazie all'avventura de Il Collegio, ha imparato a mettersi nelle mani degli altri senza tentennamenti o titubanze, capendo il vero significato della parola 'amicizia'.

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli articoli di Cosmopolitan direttamente nella tua mail.

ISCRIVITI QUI