Chi è Sergio Castellitto: tutto sull’attore italiano

sergio castellitto

Sergio Castellitto è uno dei più famosi registi, sceneggiatori e attori italiani. Sposato con la scrittrice Margaret Mazzantini da tanti anni hanno 4 figli. Una carriera che va avanti da tantissimi anni e che gli ha portato numerosi premi. Cosa sappiamo in più di uno degli interpreti italiani più importanti del nostro bel paese?

Sergio Castellitto: chi è?

Sergio Castellitto, classe 1953, è nato il 18 agosto a Roma da una famiglia di origini molisane. Fin da ragazzino sente di essere attratto dal mondo della recitazione, tanto che si iscrive all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico. Purtroppo, o per fortuna, non porterà mai a termine il percorso di studi perché inizierà a lavorare presto. Il suo esordio avviene a teatro dove, giovanissimo, lavora con registi di notevole importanza come: Enzo Muzii, Aldo Trionfo e Luigi Squarzina. Il debutto nel mondo del cinema arriva nel 1981 con il film candidato agli Oscar Tre fratelli di Francesco Rosi, dove compare brevemente. Nel 1984, al fianco di Rodolfo Laganà e Fabio Traversa, è protagonista del film Magic Moments. Da questo momento in poi, la sua carriera spicca il volo e ottiene numerose parti: nel 1986 lo vediamo in Giovanni Senzapensieri e in Sembra morto…ma è solo svenuto, nel 1987 ne La famiglia con attori del calibro di Vittorio Gassmann e Fanny Ardant, nel 1988 in Le Grande Bleu di Luc Besson. Con la fama che aumenta di giorno in giorno arrivano anche i primi riconoscimenti: una candidatura ai David di Donatello come Miglior attore protagonista in Piccoli Equivoci del 1989 per la regia di Ricky Tognazzi e la vittoria del David e del Ciak d’oro come Miglior attore non protagonista per le Tre colonne in cronaca del 1990 di Carlo Vanzina.

I generi di Castellitto

Finalmente arriva anche il debutto in Tv, dove Castellitto partecipa soprattutto a miniserie e telefilm. Negli anni ’90, dopo aver recitato per lo più in commedie, lo vediamo mettersi alla prova con altri generi: dalla comicità all’horror, passando per il drammatico. Ridiamo con lui in Stasera a casa di Alice di Carlo Verdone, ci spaventiamo in La carne del 1991 e ci emozioniamo in Rossini! Rossini! diretto da Mario Monicelli. Nel 1993 riceve un David di Donatello, un Nastro d’argento, un Ciak d’oro e un Globo d’oro per l’interpretazione del protagonista Arturo ne Il grande cocomero di Francesca Archibugi. Ma questi sono solo ‘gli antipasti’ di tutti i riconoscimenti che riceverà: nel 1995 ottiene una nuova candidatura ai David e vince di nuovo il Nastro d’argento e il Premio Pasinetti alla Mostra del cinema di Venezia con L’uomo delle stelle di Giuseppe Tornatore; nel 1999 come regista del film Libero Burro, di cui cura anche la sceneggiatura, gli viene conferito il Grand Prize al Mons International Festival. Dal 2000 Castellitto veste i panni di personaggi realmente esistiti per mini serie Tv: è Fausto Coppi ne Il grande Fausto, Lorenzo Milani in Don Milani – Il priore di Barbiana, Enzo Ferrari in Ferrari e Padre Pio nell’omonimo film. Nel suo curriculum ci sono successi come L’ultimo bacio di Gabriele Muccino, Concorrenza sleale di Ettore Scola, Caterina va in città di Paolo Virzì, La stella che non c’è di Gianni Amelio, L’ora di religione, Il regista di matrimoni e numerose produzioni estere come Ricetta d’amore e Le cronache di Narnia: Il principe Caspian.

Gli ultimi successi

A partire dal 2004, Castellitto torna a vestire i doppi panni di regista e attore. Lo vediamo in Non ti muovere, tratto dall’omonimo romanzo della moglie Margaret Mazzantini, con un cast stellare composto Penélope Cruz, Claudia Gerini e Marco Giallini. Sempre basati sui libri della sua dolce metà, Sergio ci presenta: Venuto al mondo del 2012 e Nessuno si salva da solo nel 2015. Nel 2017 lo vediamo dirigere Jasmine Trinca e Stefano Accorsi in Fortunata, l’anno successivo ne Il tuttofare e nel 2010 La bellezza del somaro. Gli ultimi film a cui ha preso parte sono: Italians del 2009 di Giovanni Veronesi con Carlo Verdone, Una famiglia perfetta del 2012 di Paolo Genovese e La buca di Daniele Ciprì. Infine, l’ultima serie Tv di successo in cui è stato protagonista è In Treatment, dove interpreta i panni dello psicoterapeuta Giovanni Mari. Una curiosità riguardo a questo suo ultimo ruolo, riguarda la reazione dei tantissimi telespettatori che si sono innamorati del suo personaggio e che, nell’incontrarlo per strada, gli chiedevano se potesse fornire loro qualche consiglio come se fosse davvero uno psicologo.

La vita sentimentale

Sergio Castellitto è sposato con la scrittrice Margaret Mazzantini dal 1987. La coppia non ha mai affrontato una crisi ed ha quattro figli: Pietro, Maria, Anna e Cesare. Tutti i suoi pargoli hanno il secondo nome di Contento/Contenta perché, come dichiarato da lui stesso a Vanity Fair: “La contentezza è un bello stadio della vita. La felicità c’è sempre la paura di perderla”. Il primogenito, Pietro, ha seguito le sue orme e ha intrapreso la carriera della recitazione. Innamoratissimo della moglie, Sergio ha dichiarato: “Con Margaret abbiamo fatto tante cose insieme, ma soprattutto la famiglia. I nostri figli hanno assistito a tutto: l’armonia e i litigi. Siamo una sorta di microsocietà: sei individui che sanno condividere”. Castellitto e la Mazzantini vivono a Roma, in zona Villa Ada e sono molto gelosi della loro vita privata, tanto che l’attore non ha profili social.