Chi è Stefano Ferri: curiosità sullo scrittore e imprenditore

stefano ferri

Stefano Ferri, scrittore e imprenditore di successo, è famoso anche perché da anni indossa solo ed esclusivamente abiti da donna. Pur mantenendo la sua identità maschile, tanto che è sposato e ha una figlia, è riuscito ad accettare la parte più femminile di sé e a farla venire allo scoperto. Cosa sappiamo di lui?

Stefano Ferri: chi è?

Stefano Ferri è nato l’11 giugno del 1966 a Milano. Dopo il diploma al Liceo Classico, si è iscritto a Scienze Politiche presso l’Università Cattolica di Milano. Successivamente ha conseguito un Master Publitalia in Comunicazione d’Impresa. Stefano è diventato poi giornalista e pubblicitario professionista, accumulando così anni di esperienza soprattutto nel settore del turismo d’affari e nelle pubbliche relazioni. Per ben quattro anni ha diretto una delle più importanti riviste del comparto congressuale, ma quando ha deciso di cambiare completamente vita ha abbandonato l’impiego.

Attualmente, Ferri è uno scrittore e un imprenditore di successo. Gestisce un’agenzia di organizzazione eventi e fornitori di servizi, la ‘Stefano Ferri Comunicazione e Marketing per la meeting & incentive industry‘. Nel 2004 ha ricevuto il Premio Hilton per il giornalismo specializzato in turismo d’affari e nel 2006 gli è stato assegnato il Premio Città di Riccione – Italia for Events per la stampa di settore. Per quanto riguarda l’attività editoriale, nel 2010 ha debuttato come autore – insieme ad Annamaria Ruffini ed Elena Vender Caldarelli – del libro ‘Ecoeventi: meeting, incentive e team-building per una comunicazione aziendale sostenibile’. Nel 2013 ha scritto ‘Seppellitemi in cielo’ e nel 2018 ‘Il bambino che torna da lontano’. Stefano parla correttamente inglese e tedesco, ma conosce anche l’arabo e il russo.

La vita privata

Stefano è famoso anche perché da anni indossa esclusivamente abiti da donna. Nonostante sia un crossdresser, è felicemente sposato dal 4 novembre del 2000 e alcuni anni fa ha avuto una splendida bambina. Sua moglie è arrivata nella sua vita prima della grande decisione che ha stravolto la sua esistenza, ma ha saputo accettare la situazione ed è rimasta sempre al suo fianco. Lo scrittore, infatti, anche se ha nel suo armadio solo abiti femminili, ha sempre mantenuto intatta la sua identità maschile. Stefano, la sua dolce metà e sua figlia vivono a Milano e questa, per sua stessa ammissione, è l’unica città dove “avrei potuto vivere senza passare per un depravato esibizionista, nell’Italia ante Cirinnà”.

Il suo lato ‘femminile’, la “Stefania”, fa parte della sua quotidianità e per arrivare a questa consapevolezza di sé ha fatto un lungo percorso di psicoterapia. Sul suo profilo Instagram, seguito da quasi 2000 followe, ci sono per lo più fotografie che lo ritraggono oggi, mentre quelle dove vestiva panni da uomo sono rare. Nel suo tempo libero, ama suonare la chitarra, leggere e dedicarsi al collezionismo: raccoglie la musica dei Beatles e i video storici della Nazionale italiana di calcio.