Chi è Vittorio Magazzù, l’interprete di Leonardo figlio di Rosy Abate

vittorio magazzù

Vittorio Maguzzù è colui che interpreta Leonardo Abate, il figlio di Rosy Abate, protagonista della forunata serie Tv Mediaset. Il ragazzo, anche se può sembrare un volto nuovo, ha già qualche esperienza in altre fiction di casa nostra. Cosa sappiamo della sua vita?

Vittorio Magazzù: chi è?

Vittorio Maguzzù è nato a Palermo ventidue anni fa. Nella sua città si è iscritto al Liceo Classico Garibaldi e si è ben presto avvicinato alla recitazione. Fin da ragazzino ha mostrato di avere un interesse particolare per il teatro, tanto che, intervistato da Repubblica, ha dichiarato: “Sono cresciuto guardando le tragedie a Siracusa. Andavo a teatro per passione e intanto facevo il calciatore”. Questa sua attrazione per la recitazione lo ha portato a lasciare la sua amata Sicilia per trasferirsi a Roma. Nella Capitale si è iscritto alla scuola Stap Brancaccio, nella quale si è formato prima di debuttare nel mondo della televisione. Il primo ruolo importante è arrivato con la fiction “Questo nostro amore 80”. Qui Vittorio recita a fianco di attori del calibro di Anna Valle, Neri Marcoré e Aurora Ruffino. Magazzù veste i panni di Ciccio Strano, il secondogenito di una famiglia siciliana emigrata a Torino tra gli anni ’70 ed ’80, e ottiene un successo notevole. Non a caso viene notato da Ricky Tognazzi che lo sceglie per il film “La terra promessa”, trasmesso in Rai nel 2018.In questa pellicola interpreta Alfredo Carrizzo un giovane immigrato siciliano trasferitosi negli Stati Uniti. Sempre nel 2018, Vittorio ha ricevuto il Premio Giuliano Gemma, nella sezione “Speciale Cinema Nuovi Talenti”.

Magazzù in Leonardino

Dopo la magnifica interpretazione ne “La terra promessa”, Magazzù viene scelto per il ruolo di Leonardo Abate nella fiction di Canale 5 “Rosy Abate”. Vittorio è il figlio di Giulia Michelini che ormai da anni veste i panni della temeraria Rosy. Il ragazzino, da quando la fiction è nata, è stato interpretato da altri due attori: Christian Monaldi e Francesco Mura. Leornardino, sin da neonato, viene sballottato da una città all’altra a causa delle continue fughe della madre. Magazzù entra in scena quando Rosy, dopo aver scontato 6 anni di carcere, torna in libertà e vuole avere a tutti i costi un rapporto con lui che, nel frattempo, è cresciuto e pare non aver voglia di far rientrare la donna nella sua vita. Vittorio, in una recente intervista in merito al mestiere da attore, ha dichiarato: “Non avrei potuto fare altro, mi sveglio ancora oggi ogni mattina e mi dico che non posso fare altro. E per questo, vada come vada, mi ritengo felice”. Il profilo Instagram del giovane interprete siciliano è seguito da 31 mila follower, numero che sembra destinato a crescere visto il successo che “Rosy Abate” registra in ogni messa in onda.