Chi sono i due leader di Forza Nuova arrestati a Roma

·2 minuto per la lettura
Roma, manifestazione No green pass del 9 ottobre. Roberto Fiore in prima fila (Photo by Stefano Montesi - Corbis/Corbis via Getty Images)
Roma, manifestazione No green pass del 9 ottobre. Roberto Fiore in prima fila (Photo by Stefano Montesi - Corbis/Corbis via Getty Images)

Sono Roberto Fiore e Giuliano Castellino i due leader di Forza Nuova arrestati a Roma dopo gli scontri del 9 ottobre durante la manifestazione dei No Green Pass. Insieme a loro, sono state arrestate altre dieci persone, fra cui la promotrice della manifestazione, P.T, 39 anni, e ad A.L., 65 anni, ex appartenente ai Nuclei armati rivoluzionari, come reso noto dalla Questura di Roma. Sono tutti accusati di danneggiamento aggravato, devastazione e saccheggio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Ecco cosa sappiamo su Fiore e Castellino.

No Green Pass a Roma: le FOTO degli scontri con la polizia

Chi è Roberto Fiore

Roberto Fiore (Photo by Antonio Masiello/Getty Images)
Roberto Fiore (Photo by Antonio Masiello/Getty Images)

Roberto Fiore è il leader nazionale di Forza Nuova. Nato a Roma nel 1959, ha 62 anni ed è sposato con una donna spagnola con cui ha avuto 11 figli. È il capo del partito di estrema destra, che ha fondato insieme a Massimiliano Morsello a Londra nel 1997. Proprio a Londra, Fiore ha vissuto dal 1980 al 1999.

Da giovane, dopo aver aderito a Lotta Studentesca, aveva fondato un altro movimento neofascista con Giuseppe Dimitri e Gabriele Adinolfi: Terza Posizione, sciolto nel 1982. A suo carico c'è già una condanna della magistratura italiana, risalente al 1985, per il reato di associazione sovversiva e banda armata.

VIDEO - No Green pass: violenze e scontri alla manifestazione a Roma

Chi è Giuliano Castellino

Giuliano Castellino (Photo by Stefano Montesi - Corbis/Corbis via Getty Images)
Giuliano Castellino (Photo by Stefano Montesi - Corbis/Corbis via Getty Images)

Se Fiore è leader nazionale di Forza Nuova, Giuliano Castellino è il leader romano del partito. 45 anni, è stato esponente di spicco di vari movimenti di estrema destra e nel 2013 è stato dirigente della Destra di Francesco Storace. 

Così come Fiore, anche Castellino ha la fedina penale sporca: nel 1996 è stato coinvolto, insieme ad altri capi ultrà della Curva Sud, nell'inchiesta sui presunti ricatti della tifoseria della Roma alla società; nel 2015 la polizia gli ha confiscato un etto di cocaina e 30 petardi; il 7 gennaio 2019 ha aggredito due giornalisti de L'Espresso durante una cerimonia per i morti di Acca Larentia ed è stato condannato a 5 anni e mezzo di carcere; a gennaio 2021 è stato destinatario di una sorveglianza speciale per alcune azioni violente durante le manifestazioni contro il lockdown; infine, a settembre 2021, gli è stato notificato un Daspo per gli eventi sportivi.

VIDEO - No mask, Castellino (Forza Nuova) in piazza col passamontagna

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli