'Chi va via è un coglione', Berlusconi avverte i suoi

webinfo@adnkronos.com

Chi se ne va da Forza Italia è un coglione. Silvio Berlusconi, a palazzo Madama, avrebbe così avvertito i malpancisti azzurri tentati dall'addio al partito, verso Italia Viva o la Lega. Se andate in altri partiti, avrebbe detto il Cav, siete degli stupidi; almeno andate al Misto. Ma avrei anche il coraggio di dirvi che sareste dei coglioni.  

Se qualcuno sta pensando di lasciare Forza Italia spero almeno che vada nel Misto. Andare in un altro partito oggi, avrebbe insistito Berlusconi, lo dico chiaro: è un grave errore, anzi è da coglioni. So che Renzi vuole flirtare con voi, vi cerca... ma noi - avrebbe aggiunto il leader di Fi - siamo incompatibili con Italia Viva.Siamo alleati coi partiti di centrodestra, ma non saremo mai subalterni a nessuno. La nostra storia non ce lo permette, avrebbe detto ancora Berlusconi ai parlamentari azzurri a palazzo Madama. Qualcuno vorrebbe andare nella Lega? Matteo Salvini - avrebbe avvertito il Cav - è stato molto chiaro: non li ricandiderebbe. E poi lo sa bene anche lui: chi tradisce gli elettori una volta, li tradisce sempre. 

Insomma, acque sempre agitate in Forza Italia. Con gli anti sovranisti, i carfagnani in testa, ancora divisi sul da farsi. Gli occhi restano puntati su Mara Carfagna: cosa farà, andrà via o giocherà la sua partita all'interno? Scissione, separazione consensuale o tutto rientrato? Le voci sono tante e contrastanti. C'è chi dice che già mercoledì dirà addio alla casa madre e aderirà al Misto con un gruppo di fedelissimi alla Camera e al Senato. C'è chi, invece, scommette che alla fine non se ne farà niente, chi assicura che lei temporeggerà ancora, forse fino al voto in elimina Romagna rischiando di bruciarsi, e chi prevede che prima o poi la rottura ci sarà, visto il gelo con Silvio Berlusconi. 

Alla riunione dei dipartimenti del partito e dei parlamentari azzurri con Berlusconi, la 'grande assente' è proprio Carfagna, al Colle per una cena di Stato. Presente invece Renata Polverini, considerata una delle capofila del malessere azzurro contro la linea di partito troppo appiattita sulla Lega salviniana. Molti azzurri sono convinti che qualcosa accadrà entro questa settimana e che non ora, ma nei prossimi giorni sarebbero pronti a lasciare Fi anche senza Carfagna. "Chi vivrà, vedrà ...", ironizza un big azzurro. 

Durante la riunione al Senato, raccontano infine diversi azzurri presenti, Berlusconi avrebbe poi lanciato la candidatura per la regione Campania dell'ex governatore Stefano Caldoro, che avrebbe già ottenuto l'ok di Lega e Fdi: Caldoro tu sei il prossimo candidato in Campania, sono già d'accordo con Salvini e Meloni.