Chi ha vinto e chi ha perso queste elezioni, in breve

AGI - A scrutinio ormai quasi completato (99%), risultano sostanzialmente confermati i rapporti di forza tra i partiti, con un'importante novità: il sorpasso delle liste di centrosinistra (PD, M5S, Verdi/sinistra, civiche), risultato infine di poco superiore al totale delle liste di centrodestra (FDI, Lega, Forza Italia, civiche) sia nel totale dei comuni superiori (42,1% contro 41%) sia nei soli comuni capoluogo (43,7% contro 43%).

Si conferma la parte del leone avuta dalle liste civiche all'interno delle due coalizioni (22% per quelle di centrodestra, 20-21% quelle di centrosinistra), così come la palma di primo partito del PD tra le liste nazionali e il primato di FDI tra i partiti di centrodestra, con un dato intorno al 10% che risulta quasi doppio rispetto al 5,5-5,9% raccolto dalla Lega.

In attesa del bilancio finale dei comuni vinti dall'una o dall'altra coalizione, che avremo tra due settimane, il primo turno di queste amministrative dipinge quindi un quadro di sostanziale equilibrio tra i due poli principali, tanto più significativo se si tiene conto della grande rappresentatività dei comuni superiori al voto in questa tornata rispetto all'ultima elezione nazionale (le Europee 2019).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli