Chiambretti, mantenimento figlia: chiesta la riduzione da 3mila a 800 euro

Chiambretti mantenimento figlia riduzione
Chiambretti mantenimento figlia riduzione

Piero Chiambretti ha citato in tribunale l’ex compagna Federica Laviosa per chiedere al giudice la riduzione dell’assegno di mantenimento per la figlia Margherita. Le finanze del conduttore, negli ultimi cinque anni, hanno subito un netto calo e il suo futuro in tv è incerto come non mai.

Chiambretti, mantenimento figlia: chiesta la riduzione

Lunedì 20 giugno 2022, Piero Chiambretti e l’ex compagna Federica Laviosa si incontreranno in tribunale per discutere della riduzione del mantenimento della figlia Margherita. Il conduttore ha chiesto al giudice di poter abbassare l’assegno da 3mila a 800 euro. Il motivo? Stando a quanto sostiene l’avvocato di Chiambretti, il reddito del suo assistito, negli ultimi cinque anni, è passato da 55 a 26 mila euro netti al mese.

Le spese sostenute da Chiambretti

La riduzione chiesta da Chiambretti non ha nulla a che vedere con le spese che mensilmente sostiene per mantenere sua figlia. Piero, infatti, intende continuare a pagare l’affitto della casa dove la pargola vive con la madre – una dimora di 180 mq nel centro di Torino – e la retta della scuola privata. A queste uscite, ovviamente, si aggiungono le spese extra, di cui il conduttore continuerà ad occuparsi.

Le entrate di Chiambretti hanno subito un netto calo

Negli ultimi cinque anni, il reddito di Chiambretti ha subito un calo importante. Come se non bastasse, il futuro lavorativo di Piero è incerto. Dopo l’addio a TikiTaka, non ha alcun ingaggio certo e potrebbe anche restare in panchina per qualche tempo. E’ bene sottolineare, però, che il conduttore ha chiesto la riduzione del mantenimento della figlia perché sospetta che l’ex compagna “utilizzi il contributo di mantenimento per sue personalissime spese“. Al momento, il giudice deve ancora esprimersi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli