Chiara Ferragni denuncia scarsa sicurezza a Milano: cosa dicono i dati reali

The 76th Venice Film Festival - Screening of the documentary
Chiara Ferragni denuncia scarsa sicurezza a Milano: cosa dicono i dati reali REUTERS/Piroschka Van de Wouw

"Sono angosciata e amareggiata dalla violenza che continua a esserci a Milano. Ogni giorno ho conoscenti e cari che vengono rapinati in casa, persone fermate per strada con armi e derubate di tutto. La situazione è fuori controllo". A dirlo attraverso una storia pubblicata sul suo profilo Instagram è la fashion blogger più amata, Chiara Ferragni, che ha lamentato il presunto disagio che a suo dire dilagherebbe tra le vie della città meneghina. La sua percezione corrisponde ai dati reali?

Chiara Ferragni denuncia scarsa sicurezza a Milano: cosa dicono i dati reali (Foto Instagram)
Chiara Ferragni denuncia scarsa sicurezza a Milano: cosa dicono i dati reali (Foto Instagram)

La denuncia che arriva direttamente da casa Ferragni stride con i dati riportati dal prefetto Renato Saccone. Dal 2014 a oggi i reati risultano in calo e si registra un -29% negli ultimi 10 anni. Tra il 2019 e il 2021 la variazione si è attestata intorno al -15%. "Sempre meno ma sempre troppi", secondo Saccone.

VIDEO - Chiara Ferragni vorrebbe un bacio appassionato ma Fedez è in vena di scherzi

Il trend sembra essere confermato anche nei primi mesi del 2022, ma sono in crescita i cosiddetti reati di strada: rapine, scippi e aggressioni. La violenza sembra dilagare anche nelle zone più centrali della grande metropoli lombarda. Non mancano frodi, traffico di droga, reati fiscali e quelli di mafia.

Al momento il problema maggiore sembra riguardare la violenza giovanile, che dopo il lockdown è diventata una vera piaga per la città. In soli 6 mesi si contano 76 arresti.

GUARDA ANCHE - Baci e carezze, Fedez implora un gesto di affetto, ma i bimbi rispondono così

Diletta Leotta, Eleonora Incardona e Chiara Biasi sono solo alcune vip che hanno dovuto fare i conti con ladri che hanno fatto irruzione nei propri appartamenti. Eppure i furti in casa sono calati del 24%. La percezione di sicurezza è a rischio, ma i dati attestano una tendenza in miglioramento. Sui social, tuttavia, rimbalzano video e testimonianze che mostrano il degrado milanese, sovraesponendo episodi che un tempo sarebbero rimasti relegati alla sfera personale. Non solo: da 10 anni il dato sugli omicidi non supera quota 20, talvolta non arriva neppure a 10. Negli anni Novanta la cifra raggiungeva livelli record, superando persino i 100.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli