Chiara Gualzetti, il killer alla mamma: "Doveva vedersi con uno conosciuto su Internet"

·1 minuto per la lettura
Chiara Gualzetti assassino madre
Chiara Gualzetti assassino madre

L’assassino di Chiara Gualzetti, la 16enne uccisa a Monteveglio (Bologna) da un suo amico, ha raccontato delle bugie alla madre della giovane dicendole che quel giorno la figlia avrebbe dovuto incontrare un ragazzo conosciuto in chat: a raccontarlo è stata la stessa donna.

Chiara Gualzetti, l’assassino alla madre: “Era con un ragazzo”

Intervistata dal Corriere della Sera, la donna ha infatti ripercorso i momenti precedenti alla scomparsa della figlia fino al ritrovamento del suo corpo e le menzogne raccontate dal coetaneo. Accortasi che Chiara non faceva ritorno a casa, ha infatti contattato quest’ultimo che nel frattempo era tornato a casa. “Mi ha detto che Chiara avrebbe dovuto incontrare un ragazzo conosciuto in chat su Internet. Ma io non ci ho mai creduto e sentivo che quelle che mi stava raccontando erano bugie: così è stato“, ha spiegato.

Chiara Gualzetti, l’assassino alla madre: “E’ andata qui”

La madre aveva capito subito che qualcosa non andava perché la giovane, che era solita avvisarla quando si spostava o tardava, non le aveva scritto niente. In più il suo cellulare era spento, cosa che le ha fatto ipotizzare che fosse successo qualcosa. L’assassino di Chiara le ha anche raccontato verso quale sentiero era andata indicandone uno diverso da quello che aveva effettivamente percorso con lui. A quel punto i genitori hanno iniziato a cercarla lì, ma di lei non hanno ritrovato traccia: “In quel momento non lo potevo sapere, però non mi era piaciuto niente di quelle parole, di quella voce, di quel racconto“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli