Roma, chiede di accendere tassametro: tassista gli rompe il naso

webinfo@adnkronos.com

Appena atterrato all'aeroporto di Fiumicino ha chiesto a un tassista di applicare il tassametro e per tutta risposta ha ricevuto un violento pugno in viso che gli ha rotto il naso. E' quanto successo a un passeggero italiano appena sbarcato a Roma da Madrid (GUARDA IL VIDEO). La violenta scena, ripresa dalle telecamere posizionate nell’area esterna Arrivi del terminal 3, è avvenuta di fronte alla totale indifferenza sia degli altri tassisti e degli addetti volontari del 'Taxi Service' che si occupano di assistere i passeggeri che richiedono il servizio di trasporto, sia da parte delle altre persone in transito.  

Dalle immagini l’uomo si rivolge al tassista, che appare fin da subito visibilmente irritato, al punto tale da rifiutare il carico dei bagagli a bordo del taxi e in più di una occasione respinge uno dei bagagli. Nel frattempo mentre è in corso la discussione fra i due, un assistente del servizio taxi con indosso un fratino giallo fa salire a bordo della stessa vettura un altro cliente, mentre il tassista risale a bordo dell’auto. Il primo viaggiatore, probabilmente infastidito, bussa più volte sul vetro posteriore del taxi per chiedere spiegazioni all’autista.  

Nella scena seguente il tassista infuriato, scende e a passo spedito va incontro al viaggiatore e lo colpisce con un pugno in pieno volto. L’aggredito a quel punto cade all’indietro, mentre il tassista riparte alla guida dell’auto con l’altro cliente a bordo. L’uomo colpito riesce faticosamente a rimettersi in piedi. La terribile scena avviene di fronte a diverse persone che guardano, ma senza intervenire. Pochi minuti dopo l’uomo aggredito viene assistito e medicato nel vicino pronto soccorso aeroportuale di ADR e poi trasferito all’ospedale CTO di Roma, dove gli è stata diagnosticata la frattura del setto nasale giudicata guaribile in 30 giorni.  

"Inaccettabile l’aggressione di un tassista ai danni di un turista a Fiumicino. Ringrazio la Polizia di Stato per aver individuato l'autore della violenza, per il quale chiederò il ritiro della licenza". Così in un tweet la sindaca di Roma Virginia Raggi commenta l'accaduto. 

"Quello che è successo è inaccettabile e ci lascia sgomenti, aspettiamo che vengano accertate tutte le responsabilità e speriamo vengano adottate misure adeguate in risposta a questo vile gesto che danneggia tutta la nostra categoria". Lo dice all’Adnkronos Alessandro Atzeni, della Fit-Cisl di Roma e Lazio, commentando l'aggressione. "Noi da tempo diciamo che bisognerebbe elevare lo standard della sicurezza nell’area taxi dell’aeroporto e proprio per questo abbiamo anche mandato comunicazioni agli organi di controllo: davanti ai terminal c’è un problema di sicurezza, legato anche alla presenza di tassisti abusivi, e spesso gli animi si scaldano. Ci sono alcuni ‘taxi service’ in pettorina ma non credo abbiano la formazione adeguata", conclude Atzeni.