Chiede supplemento ai clienti per pagare con il pos: la denuncia sui social contro bar a Pompei

bancomat pos
bancomat pos

Un utente ha denunciato sui social un bar di fronte agli scavi di Pompei che avrebbe aggiunto un supplemento di 50 centesimi per i clienti che volevano pagare con il bancomat. La reazione dei colleghi: “Come lo spieghi agli stranieri?”

Polemica a Pompei: supplemento se paghi con bancomat

C’è chi ancora non ha accettato l’obbligo per i negozianti di permettere i pagamenti con il bancomat tramite Pos: un utente social infatti ha denunciato un bar vicino agli scavi di Pompei dove il titolare avrebbe aggiunto un supplemento di 50 centesimi per i clienti che volevano pagare una somma minore di 5 euro.

Ecco la foto del cartello, già diventata virale sui social.

La reazione dei colleghi

Inutile dire come questa situazione abbia fatto infuriare gli altri commercianti: “Come la spieghi agli stranieri una cosa del genere? Ieri mi hanno pagato 5€ con un American Express. Praticamente ci ho rimesso, ma non posso rifiutargli il pagamento o applicare un supplemento“.

Il caso di Brogliano

Poche ore prima a Brogliano, in provincia di Vicenza era successa una cosa simile in una gelateria: un cliente voleva pagare 20 euro con la carta di credito ma la commerciante ha richiesto i contanti, data la somma.

La cliente irritata ha chiamato subito la Guardia di Finanza che ha segnalato la contestazione al titolare dell’esercizio commerciale al prefetto della città, sanzionandolo con una multa di 30 euro, il 4% superiore alla transazione richiesta dalla gelateria.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli