Chiedono soldi per droga in metro verso Rogoredo: 17 allontanamenti

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 5 giu. (askanews) - Chiedevano soldi ai passeggeri della linea gialla del metrò diretta a Rogoredo a Milano per potersi comprare la droga. Diciassette persone sono state destinatarie di altrettanti ordini di allontanamento dalla metro e di sanzioni amministrative nell'ambito di un servizio di controllo disposto dalla questura di Milano lungo la linea 3 nella serata di giovedì 3 giugno. Il servizio, svolto dai poliziotti della Polmetro dell'Ufficio prevenzione generale, con il supporto degli specialisti della Divisione polizia anticrimine, puntava a monitorare la presenza di persone che utilizzano la metro per raggiungere la zona di Rogoredo, già oggetto di attenzione del Questore che recentemente ha emesso 16 nuovi fogli di via obbligatori. In tutto sono state controllate un totale di 105 persone presenti nella linea metropolitana 3.

Le 17 persone sanzionate secondo quanto riferisce la questura meneghina, tengono comportamenti molesti nelle vetture della metropolitana gialla, per reperire il denaro necessario all'acquisto di stupefacenti nella zona di Rogoredo che come noto, è la penultima fermata della linea 3 prima del capolinea San Donato.

I destinatari degli ordini di allontanamento (15 residenti a Milano, 1 in provincia di Varese e 1 Lecco), qualora venissero nuovamente sorpresi, sugli stessi mezzi, ad attuare comportamenti molesti o condotte che impediscono il libero utilizzo della metropolitana, saranno colpiti dal divieto di accesso alle aree urbane, il cosiddetto Daspo urbano.

Nell'iniziativa di prevenzione è stato coinvolto anche il servizio di sicurezza dell'Atm.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli