Chiellini fondamentale per il taglio degli stipendi: prove da dirigente della Juventus

Come vi abbiamo raccontato nella giornata di sabato, la Juventus ha comunicato ufficialmente di aver raggiunto un accordo con i calciatori e con Maurizio Sarri: risparmierà un totale di 90 milioni di euro sull'esercizio 2019/2020 per quanto riguarda gli stipendi dei suoi dipendenti.

'La Gazzetta dello Sport' oggi spiega che comunque non si tratta di un taglio totale: i giocatori hanno deciso di rinunciare a quattro stipendi dell’esercizio 2019-20, anche se una parte consistente della somma - probabilmente due mensilità e mezzo - sarà comunque pagata più avanti, dopo il primo luglio, in modo da avere effetti nell’esercizio 2020-21.

Insomma, una parte è stata tagliata del tutto, un'altra sarà spalmata nella prossima stagione. Passo fondamentale comunque per la Juventus, che deve ringraziare soprattutto Giorgio Chiellini.

Da capitano, è stato l’uomo a cui il club si è rivolto, il giocatore che ha contattato i compagni spiegando le ragioni della richiesta. Impossibile non vedere in questo - spiega la 'Gazzetta' - una prova generale da dirigente del club, una carriera che per Chiellini sembra ormai pianificata.

La gran parte dei giocatori ha comunque ricevuto forte e chiaro il messaggio senza problemi, e nella chat di squadra, in cui i giocatori si parlano come accade in tanti gruppi di lavoro, si è arrivati in fretta al "sì" decisivo.