Chiesa, esce la biografia di don Vittorione "l'Africano"

(Adnkronos) - Si chiamava Vittorio Pastori (1926-1994), faceva il ristoratore a Varese, a un certo punto della sua vita smise di dare da mangiare ai ricchi per andare a sfamare i poveri del Karamoja in Uganda. Ora esce la sua biografia, in italiano e in inglese, che s’intitola “Don Vittorione l’Africano”, alludendo alla straordinaria stazza del personaggio, 250 chili, ordinato sacerdote a 58 anni dal vescovo di Gulu Cipriano Kiangire. Il libro è stato scritto dal giornalista Gianni Spartà (Editore Macchione) ed esce per i 50 anni di Africa Mission-Cooperazione e Sviluppo, la Ong fondata a Piacenza da Vittorione e dal vescovo di allora Enrico Manfredini, poi arcivescovo di Bologna.

Immensa l’eredità del personaggio, popolarissimo per le comparsate televisive in programmi condotti da Mike Bongiorno, Enzo Tortora, Raffaella Carrà: 1500 pozzi d’acqua scavati nella savana ugandese, migliaia di tonnellate di cibo scaricate da aerei e navi-cargo quando laggiù infuriavano colpi di stato, stragi nei villaggi, guerre civili. Furono determinanti gli aiuti dei governi italiani guidati da Giulio Andreotti. “Lasciatevi ferire dalla testimonianza di don Vittorione che diceva chi ha fame, ha fame subito”, scrive Papa Francesco nella presentazione del libro che racconta “ la predestinazione alla santità di uno dei numerosi cavalieri della civiltà cristiana, la cui epopea non può restare cristallizzata nell’alto dei cieli. Per dare frutti deve essere narrata sulla terra”.