Chiesi Italia e Regione Veneto inaugurano Sentiero del Respiro

featured 1615574
featured 1615574

Roma, 31 mag. (askanews) – Sono stati ufficialmente inaugurati i lavori del Sentiero del Respiro, un percorso naturalistico-educazionale che parte dal

Castello di Andraz, il suggestivo maniero dell’anno 1000 simbolo del comune di Livinallongo del Col di Lana, in provincia di Belluno, e che si snoderà per 3 km verso Arabba, in un cammino tra aria pura, natura incontaminata, storia e cultura.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra l’azienda farmaceutica Chiesi Italia e la Regione Veneto per contribuire alla valorizzazione turistico-ricettiva del territorio e al ripristino dell’area dopo la devastazione della tempesta Vaia che, nel 2018, ha distrutto oltre 800 ettari di bosco.

Attorno al Sentiero, che nei primi 400 metri sarà attrezzato anche per le persone diversamente abili, prenderanno dimora 10 mila nuovi pini cembri, gli alberi autoctoni più resistenti al vento, grazie a un’operazione di rimboschimento che sarà realizzata dalla Forestale del Veneto insieme a Veneto Agricoltura, che contribuirà a generare un impatto positivo sulle

emissioni di CO2, sulla protezione del suolo e sulla conservazione della biodiversità.

Il nuovo sentiero, ideale per bambini e famiglie, mette al centro natura e salute, anche grazie alla presenza di cartelli informativi sulla tutela dell’ambiente e sull’importanza di corretti stili di vita, in particolar modo per chi soffre di malattie respiratorie, come testimonia la partecipazione

dell’Associazione FederAsma e Allergie.

Il progetto è stato fortemente voluto da Chiesi Italia ed esprime l’impegno dell’azienda, in qualità di Società Benefit e B Corporation, per creare valore per l’ambiente, le persone e le comunità, nello spirito del benessere condiviso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli