Chiesto e ottenuto da Silvio Berlusconi il rinvio del processo

berlusconi silvio
berlusconi silvio

I motivi di salute sono legittimo impedimento per Silvio Berlusconi. Il Tribunale di Milano ha accolto la richiesta della difesa dell’ex presidente del Consiglio, tra gli imputati per il caso Ruby ter, e ha deciso per il rinvio del processo, aggiornando l’udienza al prossimo 16 novembre nell’aula della Fiera al Portello.

Ruby Ter, Berlusconi non si è mai presentato

L’avvocato dell’ex premier, Federico Cecconi, ha presentato documentazione medica per attestare che le condizioni di salute del Cavaliere, oramai 84enne, non consentono ancora la ripresa della vita ordinaria e quindi anche di recarsi al Palazzo di Giustizia. Il leader di Forza Italia, tra l’altro, di recente è guarito dal Covid, non senza aver avuto delle ricadute.

Per il processo Ruby Ter, Silvio Berlusconi non si è mai presentato in aula: “Mi domando se non può presentarsi tramite il suo legale, come ha sempre fatto”, ha aggiunto il procuratore Tiziana Siciliano.

Imputato con altre 28 persone

“Al di là della patologia di questo grande anziano – ha proseguito Tiziana Siciliano – adesso è sorta la necessità di venire al processo. Mi chiedo se a questo punto verrà. Sto parlando – ha aggiunto – di quello che sarà l’atteggiamento futuro di un imputato che, a parte in tv, non ho mai visto”.

Il processo vede imputati, oltre a Berlusconi, altre 28 persone, tra cui molte olgettine che avrebbero testimoniato il falso nei due processi sul caso Ruby in cambio di soldi e altre utilità, secondo l’accusa, da parte dell’ex premier. Tra i testi che ancora devono deporre nel processo c’è anche Giuseppe Spinelli, contabile di fiducia dell’ex premier e, secondo le indagini, incaricato dei pagamenti in cambio del loro silenzio sulle serate di Arcore.