Chip, politica su aiuti stato punta ad assicurare catena forniture resiliente - Ue

·1 minuto per la lettura
FOTO DE ARCHIVO: Banderas de la Unión Europea ondean frente a la sede de la Comisión Europea en Bruselas

BRUXELLES (Reuters) - La politica europea sugli aiuti di Stato per la produzione di semiconduttori cercherà di evitare una corsa ai sussidi e le aziende dovranno puntare alla diversificazione per assicurare una robusta catena di forniture in tutto il blocco, secondo la Commissione europea.

"Ogni singolo caso delle forniture di semiconduttori sarà rigorosamente valutato tenendo conto dei rispettivi meriti, in modo da assicurare che un progetto abbia una natura europea e ovviamente evitare una corsa ai sussidi all'interno e all'esterno dell'Unione", ha detto la Commissaria europea per la Competitività Margrethe Vestager durante una conferenza stampa.

Secondo Vestager l'autosufficienza è "un'illusione" e, vista la quantità di chip necessaria, nessun paese e nessuna azienda potrebbero riuscire a gestire le richieste da soli.

"Ecco perché è necessario puntare a una diversificazione tra partner di opinione simile, in modo da costruire una catena delle forniture resiliente ed evitare un singoli punti di vulnerabilità", spiega.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli