Chiude Cheese 2021: focus su giovani, ripartenza e futuro

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 set. (askanews) - Chiude la XIII edizione di Cheese, la manifestazione internazionale dedicata alle forme del latte che si tiene ogni due anni a Bra. "Non era scontato. Ma grazie all'impegno dei produttori e del pubblico siamo riusciti a fare di questa edizione un momento importante di condivisione e di gioia", ha detto Barbara Nappini, presidente di Slow Food Italia. "Molti giovani sono intervenuti in quello che è stato definito in apertura da Carlo Petrini il primo Cheese della transizione ecologica, partecipando, anche in maniera autonoma rispetto alle proprie famiglie, al percorso didattico Ritorno alla natura. Questo uno dei tratti più distintivi di questa edizione", ha spiegato.

"I produttori sono i veri protagonisti dell'evento. Per loro questa edizione di Cheese ha significato un momento di ripartenza importante, sia dal punto di vista economico che relazionale", ha aggiunto Nappini.

"Considera gli animali": questo il fil rouge che ha guidato quattro giorni di incontri, dibattiti, degustazioni e attività educative. Produttori, allevatori, pastori, tecnici e altre associazioni (il mondo del biologico, ad esempio) si sono confrontati sulla relazione fra esseri umani e animali, fra allevamento e territorio.

Ma il pascolo apre una questione enorme, che riguarda la gestione e la cura del territorio: i prati spontanei, ricchi di essenze e rigogliosi di biodiversità, come abbiamo visto in questi giorni, stanno scomparendo, in pianura per via del consumo di suolo e dell'agricoltura industrializzata, in montagna a causa dell'abbandono e della boscaglia che rende le vallate impenetrabili, anche per chi vuole scoprirle da turista. E proprio il turismo rispettoso di chi vive un territorio è stato un altro tema di dibattito sviluppato insieme, tra gli altri, al ministro del turismo Massimo Garavaglia e all'amministratore delegato di ENIT Giuseppe Albeggiani, a partire dalle esperienze di Slow Food Travel.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli