## Chiude il Meeting e Cl guarda al nuovo, anche in politica

Pat

Rimini, 25 ago. (askanews) - "L'analisi è fondamentale, ma non basta. Per conoscere e costruire ci vuole anche lo stupore: essere colpiti da qualcosa di vero, bello e giusto". La dinamica della "conoscenza per avvenimento", è quella che ti permette di superare una fase in cui ti limiti a registrare l'esistente, ma non "ti rendi conto di ciò che capita di nuovo e di positivo". Giorgio Vittadini, professore di Statistica alla Bicocca di Milano, presidente della Fondazione per la Sussidiarietà e tra i leader di Comunione e liberazione, ripensa ai 40 anni di Meeting. Lo fa a Rimini, una delle "capitali" per il movimento di don Giussani, che dal 1979 richiama decine di migliaia di persone a parlare e ascoltare di cultura, società, economia, sport, arte e politica. Il titolo del Meeting di quest'anno - "Nacque il tuo nome da ciò che fissavi" una frase di papa Wojtyla - richiama l'attenzione sullo sguardo e sullo stupore e ispira Vittadini a stilare un primo bilancio della 40esima edizione che chiude i battenti con circa un milione di presenze tra i padiglioni della fiera. (Segue)