Chiusura centro rifugiati in Libia, MSF: condizioni sempre disumane

Fth

Roma, 17 ott. (askanews) - "A seguito della chiusura, il 14 ottobre, del centro di detenzione di Misurata, nella regione costiera centrale della Libia, più di un centinaio di rifugiati e migranti sono stati trasferiti nei due centri di detenzione di Zliten e Souq Al Khamees, nella stessa regione. Le condizioni di detenzione di questi due centri sono note alle autorità libiche e all'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) per essere estremamente difficili, come anche riportato dalle équipe di MSF in diverse occasioni". Lo ha detto in un comunicato la stessa organizzazione non governativa.(Segue)