Chiusura viadotto Cerrano, Autostrade: "Spostamento non riguarda pile"

webinfo@adnkronos.com

Lo spostamento di 7 centimetri "non riguarda le pile del viadotto Cerrano" ma del terreno adiacente nel periodo 2016-18. Così in una nota Autostrade per l'Italia in merito ad alcuni contenuti apparsi sui media che riprendono l’ordinanza del 18 dicembre del Gip di Avellino sul viadotto Cerrano. La Direzione di Tronco di Pescara di Autostrade per l’Italia precisa "che lo spostamento di 7 centimetri non si riferisce alle pile, ma allo spostamento massimo del terreno nei pressi della Pila 1 registrato dalla strumentazione nell'arco di 3 anni (2016-2018). Tale valore non si riferisce dunque alle pile del viadotto, che non hanno mai raggiunto movimenti attenzionabili nel periodo considerato".  

Il viadotto e l’area ad esso sottostante "sono costantemente monitorati dal punto di vista geotecnico e strutturale: sull’opera sono installati dei particolari sensori che, anche nell’ultimo anno, non hanno mai rilevato alcun tipo di movimento significativo".  

A seguito di una 'verifica di sicurezza globale' recentemente effettuata sul ponte e inviata al ministero delle Infrastrutture e Trasporti lo scorso 11 dicembre 2019, "oggi sono stati inviati al Dicastero anche gli approfondimenti tecnici relativi alle fondazioni e alle cerniere, realizzati rispettivamente da un pool di esperti dell'università La Sapienza e dall'Istituto Italiano della Saldatura. Anche queste analisi hanno confermato la sicurezza statica della struttura", rileva Autostrade per l'Italia.