Christian Fittipaldi si ritirerà dopo la 24 Ore di Daytona dell'anno prossimo

Gary Watkins
Il 47enne brasiliano, che ha collezionato 40 GP di F1 in carriera ed ha vinto due gare in Champ Car, si ritirerà subito dopo la gara che aprirà la prossima edizione dell'IMSA.

La decisione è arrivata dopo che i suoi impegni sono già stati ridotti in questa stagione, con la Action Express che ha iniziato ad affidargli compiti legati alla direzione sportiva del team.

Fittipaldi però ha spiegato che sono diverse le ragioni che lo hanno portato a dire basta.

"Il mio rapporto con la mia famiglia, mia figlia, la mia età. Diciamo che è un pacchetto, non una cosa sola" ha detto.

"Non è che io abbia avuto un brutto incidente e mi sono reso conto di avere paura e che non posso più correre".

"Non è quello, per tutta questa serie di motivi penso solo che sia il momento corretto per farlo".

Anzi, in realtà uno dei motivi che lo ha portato a fare questo ragionamento è stata proprio la sua terza vittoria alla 24 Ore di Daytona, arrivata lo scorso gennaio.

"Penso che anche questo sia uno degli elementi. Con Daytona mi sono tolto grande peso dalla schiena quest'anno".

Quest'anno Fittipaldi avrebbe dovuto disputare solo le quattro gare più lunghe dell'IMSA, ma alla fine ha partecipato anche alla gara del mese scorso al Canadian Tyre Motorsport Park, sostituendo l'infortunato Joao Barbosa.

Per il mondo della gare endurance statunitensi il suo sarà un ritiro pesante, perché oltre ai successi alla Rolex 24, il figlio e nipote d'arte ha vinto il titolo IMSA sia nel 2014 che nel 2015. Non bisogna dimenticare poi che in Europa, prima di approdare in Formula 1, era stato campione della Formula 3000.