Christian Jessen: “Italiani usano il Coronavirus per non fare nulla”

christian jessen

Il dottor Christian Jessen, noto per la sua partecipazione al programma Malattie imbarazzanti, ha espresso un’affermazione molto grave sull’Italia e sull’attuale emergenza sanitaria. Il medico pare infatti aver detto che gli italiani stanno usando l’epidemia da Coronavirus come mera scusa per concedersi una lunga pausa. Molti, in ogni caso, hanno già commentato queste sue dichiarazioni tacciandole di vera superficialità. Nel mentre, ricordiamo che la pandemia è una cosa seria, come ampiamente sottolineato dal nostro Governo.

Il bilancio delle vittime da Coronavirus ha già superato in Italia le mille persone, mentre l’intero paese resterà interamente paralizzato almeno fino al prossimo 25 marzo. Al momento, infatti, anche tutti i negozi e le attività commerciali non essenziali devono restare chiusi, così come le chiese, le palestre e ovviamente tutte le scuole.

Christian Jessen: le parole

Nel corso di una recente intervista, Christian Jessen ha dunque affermato: “Potrebbe essere considerato un po’ razzista. Ma non pensi che sia un po’ una scusa? Gli italiani, per qualsiasi motivazione, sono pronti a spegnere tutto e a smettere di lavorare, così da concedersi una lunga siesta“. Quando gli è stato domandato se fosse d’accordo con le decisioni di Boris Johnson nel ritardare la chiusura delle scuole, Jessen ha infine dichiarato: “Sono davvero d’accordo con lui. Penso però che sia un’epidemia vissuta più dalla stampa che nella realtà. Basti pensare all’influenza: anch’essa uccide migliaia di persone ogni anno”. Ovviamente questa resta una sua personale visione delle cose, dalla quale prendiamo ogni dovuta distanza.