Christie’s mette in vendita la collezione di vini del King’s College di Cambridge

(Adnkronos) - La collezione “Generations of Jayer” del King’s College di Cambridge verrà battuta all’asta da Christie’s il prossimo 8 giugno.

Si tratta di 45 lotti acquistati dal college inglese al momento del rilascio sul mercato dall’importatore Richards-Walfords, e da allora conservati nelle cantine della prestigiosa università. Henri Jayer, uno dei protagonisti dell’asta, è stato uno dei viticoltori più venerati della Borgogna e suo nipote, Emmanuel Rouget, che ora possiede molti dei vigneti più famosi di Jayer, produce vini che seguono il leggendario stile di suo zio. L'Università di Cambridge ha una lunga tradizione di vino, basti pensare che per tutto il ventesimo e ventunesimo secolo aveva quattro Wine Steward, che dovevano non solo lavorare come suoi custodi ma anche implementarne le acquisizioni.

Noah May, capo del dipartimento Wine & Spirits di Christie's a Londra ha detto: "questa è una collezione che sicuramente avrà grande risonanza tra i collezionisti di vino di tutto il mondo". Secondo Adam Bilbey, Global Head del Dipartimento Wine&Spirits di Christie’s a Londra: “le cantine del King's College di Cambridge sono immerse in una tale storia e tradizione che questa vendita scatenerà l'immaginazione e attirerà l'attenzione degli amanti del vino in tutto il mondo. Questo piccolo scorcio della cantina del King's College sarà sicuramente un momento clou delle vendite di vini di Christie's di questa stagione”.

Tra i lotti salienti spiccano Georges & Henri Jayer Echezeaux 2001 e Emmanuel Rouget, Vosne-Romanée, Cros Parantoux 2005, entrambi offerti in cartoni originali precedentemente non aperti. E ancora: vini di Domaine Roumier, Domaine Coche-Dury, Domaine de la Romanée Conti, Armand Rousseau e Domaine Leflaive insieme a vini di Bordeaux, della valle del Rodano.

Non solo Francia, verranno messi in vendita anche vini italiani tra cui Sassicaia 2008 e 2011, una doppia magnum di Ornellaia 1995, i Barolo di Giacomo Conterno, Giuseppe Rinaldi, Giuseppe Mascarello e Vietti e il Barbaresco Santo Stefano di Bruno Giacosa.

Non manca all’appello neanche la Spagna con Terroir al Limit, la cantina diventata tra le più desiderate dai collezionisti negli ultimi dieci anni, che qui compare con i suoi top cru Les Manyes 2016 e Les Tosses 2014.

Ci sarà posto anche per gli spirits durante la vendita. Tra questi spiccano una rarissima trilogia di Bowmore del 1964, composta da Black Bowmore 42yo, ​​White Bowmore 43yo e Gold Bowmore 44yo ed una collezione di sette whisky con oltre 32 anni di invecchiamento - sono stati prodotti e distribuiti solo 21 set come questo al mondo - di Royal Salute per celebrare il Giubileo di Platino della regina Elisabetta II ispirati alle spille della sovrana.

Peter de Bolla, professore di Storia culturale ed estetica al King's College di Cambridge, che da trent'anni dirige le cantine del King's College ha svelato qualche curioso retroscena della collezione del college e dei suoi collezionisti: “col tempo ogni serio collezionista di vini pregiati comincia a considerare i suoi preziosi acquisti come amici di lunga data, e, con un certo assurdo orgoglio, li pensano quasi come se potessero essere loro figli. Ma è certo che non lo siano, sono la progenie di straordinariamente abili, talentuosi e pignoli vignaioli. Nel corso dei miei quasi trent’anni di amministrazione delle cantine del King's College, sono stato così fortunato e privilegiato di incontrare molti di quei vignaioli, ho potuto osservare attentamente i profili di maturazione unici dei vini acquistati per la cantina del college. Nessuno mi ha dato tante istruzioni e educazione nelle incredibili arti della vinificazione, quanto la meraviglia e il puro edonistico godimento del vino alla sua massima espressione prodotto da Henri Jayer e suo nipote Emmanuel Rouget. Adesso è infine giunto il momento di lasciare che questi "bambini" trovino una nuova casa e inebrino di magia i loro nuovi fortunati proprietari.”

Adnkronos - Vendemmie

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli