Christillin ricorda Gianni Agnelli: per lui affetto e gratitudine

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 12 mar. (askanews) - E' un "ricordo affettuoso e pieno di gartitudine" quello che conserva Evelina Christillin di Gianni Agnelli, che oggi avrebbe compiuto 100 anni. Affetto e gratitudine sono i sentimenti che può provare "chi come me ha avuto la fortuna di vivere accanto a lui e alla sua famiglia, alla sua amatissima moglie Marella, che per me è stata una figura di riferimento quanto l'avvocato", ha spiegato ad askanews, Evelina Christillin, presidente della Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino.

"E oggi posso ancora pensare che se ci sono state le Olimpiadi invernali a Torino e nelle sue valli, che lui amava tanto dalla Val Chisone, a Pinerolo a Villar Perosa fino a Sestriere, il merito è suo", ha ricordato Christillin.

"Le olimpiadi invernali sono state un regalo che l'Avvocato ha fatto alla sua terra e anche a me - ha osservato Christillin - perché ho avuto la fortuna di aiutarlo. Un regalo non solo per Torino, ma per l'Italia, visto che Gianni Agnelli era un personaggio di caratura internazionale". Christillin non dimentica anche il legame in comune col calcio: "Ho ricordi di lui legati alla Juventus e al calcio e se oggi sono nel consiglio della Fifa - ha concluso - devo ringraziare lui".