Christine Lagarde: “Le criptovalute non sono valute, punto e basta”

·2 minuto per la lettura

“Le criptovalute non sono valute, punto e basta. Sono strumenti altamente speculativi che puntano a essere riconosciuti come valute, ma non lo sono”. Lo sottolinea la presidente della Bce Christine Lagarde in una intervista televisiva invitando a distinguere fra criptovalute e stablecoin “che alcune grandi aziende tecnologiche stanno promuovendo e che sono una cosa diversa, che ha bisogno di essere regolamentata, per la quale ci deve essere una supervisione” sugli asset. La Lagarde ricorda come “le banche centrali stanno esaminando proprie valute digitali: credo che dobbiamo essere pronti” per questo sviluppo. L'importante “è che la gente abbia delle alternative. Ci sono paesi che sono molto vicini a scenari senza contantì” ma bisogna pensare anche alla fascia di popolazione anziana che ancora preferisce i contanti.

In questo senso, continuano ad aumentare i comportamenti abusivi online, uno scenario negativo che interessa anche il mondo delle criptovalute. Basti pensare che, secondo i recenti dati della Consob, sono stati 495 i siti finanziari oscurati dal 2019 a oggi perché ritenuti pericolosi. Giocare in anticipo per combattere truffatori e scammer è dunque fondamentale per preservare la propria sicurezza finanziaria. Il settore delle criptovalute continua a prendere piede in tutto il mondo, diventando giorno dopo giorno sempre più mainstream. Dal 2016 a oggi sono cresciuti del 587% gli utilizzatori di cripto asset a livello globale. Notorietà che purtroppo cammina di pari passo con una diffusione crescente di scammer e truffatori, soprattutto per quel che riguarda il mercato dei pagamenti digitali. Gestire in maniera sicura le proprie risorse finanziarie diventa quindi un must per evitare spiacevoli conseguenze. Orlando Merone, country manager di Bitpanda in Italia, ha redatto in esclusiva per Adnkronos/Labitalia una guida efficace per intercettare ed evitare le principali truffe online.

Sulla questione delle truffe online legate al mondo delle criptovalute spiega Orlando Merone: “Quando si ha a che fare con il denaro e con qualsiasi tipo di transazione di risorse ed asset online è necessario rimanere in guardia per individuare eventuali minacce esterne come truffe e frodi. Sfortunatamente, i social sono un terreno fertile per truffatori e scammer. Per questo, in Bitpanda cerchiamo sempre di reagire il più rapidamente possibile per prevenire spiacevoli conseguenze, garantendo la piena sicurezza finanziaria dei nostri utenti”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli