Ci sono sviluppi circa la vicenda di Disney Store

·2 minuto per la lettura
Disney Store sciopero
Disney Store sciopero

I sindacati e i lavoratori della catena Disney Store, la cui liquidazione è stata annunciata il 19 maggio, non si arrendono. Per questo motivo nel corso dell’assemblea dei sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs è stato annunciato con una nota congiunta che verranno organizzate otto ore di sciopero ovvero quattro ore a livello locale e quattro su base nazionale.

La richiesta dei sindacati posta alla catena statunitense è che si proceda una cessione delle licenze nonchè l’attivazione di una serie di politiche attive al fine di incentivare la ricollocazione dei 233 lavoratori a rischio. “Coinvolgeremo le istituzioni locali, la cittadinanza perché si sostenga con tutti i mezzi la battaglia di donne e uomini ai quali ad oggi non è data alcuna prospettiva”, ha dichiarato Francesca Battistini nella nota diramata da Filcams Cgil di Firenze.

Disney Store sciopero, i sindacati: “Una situazione non facile”

“Attivazione immediata di un tavolo istituzionale con i ministeri dello Sviluppo Economico e del Lavoro e contestuale avvio del confronto con la direzione societaria di Disney Store per conoscere i dettagli della procedura di liquidazione del marchio avviata il 19 scorso ed annunciata ai sindacati a cose fatte dalla direzione societaria”.

Questo è quanto diramato dai sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs che nel corso di un’assemblea unitaria hanno delineato il da farsi per le prossime settimane al fine di contrastare l’annunciata chiusura della catena Disney Store. Per l’occasione i lavoratori della nota catena destinata a grandi e piccini hanno organizzato ben otto di sciopero e sit-in.

Disney Store sciopero, Filcams Cgil Firenze: “Coinvolgeremo le istituzioni locali”

Nel frattempo Filcams Cgil di Firenze, con una nota firmata da Francesca Battistini è stato annunciato che verranno coinvolte “le istituzioni locali e la cittadinanza”: “Una doccia fredda arrivata venerdì quando l’azienda comunica la messa in liquidazione dell’azienda che – tradotto – significa abbandonare al proprio destino 240 lavoratori, 15 a Firenze. Questo il mondo fatato, questo il mondo di grandi e piccini fatto di gioco, fantasia, sogni e balocchi […] poco importa se a pagare il prezzo di questa scelta sono donne e uomini a cui fino a ieri veniva raccontato un sogno, un team al servizio di grandi e piccini. Grave e inaccettabile che si proceda in questa direzione” – si legge nella nota.

Disney Store sciopero, quali negozi chiuderanno

Non solo in Italia. Moltissime famiglie in Europa e negli Stati Uniti sono a rischio di rimanere senza lavoro. Disney Store chiuderà infatti tutti i punti vendita presenti in Italia, oltre che diversi store in Europa. Annunciata anche la chiusura di 60 negozi negli States. Rimarranno aperti invece in Asia e all’interno dei parchi di divertimento.