Ci vuole Momentum

Ciao John. E’ passato un anno dall’ultimo ITF! Cos’hai fatto in questo anno? E’ stato un periodo molto produttivo. Ho presentato il nuovo seguito degli indicatori delle Bande di Bollinger ed anche un nuovo linguaggio trading denominato BB Script.

Cosa ci puoi dire di questi indicatori? Come cronistoria, due anni fa stavo pranzando con un amico analista, Ian Woodward, che mi mostrò un lavoro interessante che stava facendo con le Bande di Bollinger. Quell’incontro mi fece pensare, ed arrivai a sviluppare ciò che è diventato lo sviluppo degli strumenti delle Bande di Bollinger che hanno sostituito molti degli strumenti tradizionali di analisi tecnica che facevano affidamento sui valori assoluti. Li ho sostituiti con un framework di Bande di Bollinger relativo. Il primo strumento sviluppato per questo seguito delle Bande è stato l’Impulso BB: è uno strumento di timing molto a breve termine che mostra la forza o debolezza giornaliere sul mercato, basato sul cambiamento della posizione dei prezzi all’interno delle Bande di Bollinger. Perciò il BB Impulse è uno strumento di momentum molto a breve termine e c’è uno strumento di timing di momentum più a lungo termine chiamato BB Momentum, il quale combina il concetto tradizionale dell’indicatore di momentum con l’ampiezza delle bande. Esprime il momentum come funzione dell’Ampiezza di Banda. In un mercato scarso e ristretto non ci vuole molto momentum in un modo o nell’altro per produrre una lettura forte dell’indicatore. In un mercato importante e volatile ci vuole un movimento molto importante. Perciò è una forma adattabile di momentum. E per misurare il trend abbiamo un nuovo strumento che nei propositi è abbastanza simile al ADX. Ci dice se il mercato è in trend o no, ma è completamente derivato dall’attività dell e Bande di Bollinger. Oltre a dirci se il mercato è in trend o no, ci fornisce informazioni di direzione, così da dirci se c’è un uptrend o un down trend, e la forza di quell’uptrend o down trend.

, Molto interessante, speriamo di sentirne di più all’ITF su questi strumenti. E cos’è il BBScript? Il BBScript è un semplice linguaggio programmazione allo stesso livello di Microsoft Excel in termini di complessità e facilità di apprendimento, e con il suo proprio website che è il manuale stesso nel BBScript.net. il BBScript permette ai trader di programmare quasi qualsiasi cosa. Si possono costruire tutti gli indicatori BB classici, come %B o l’Ampiezza di Banda. Noi forniamo molti codici campione per gli indicatori ma, cosa ancora più importante, i trader si possono creare i loro propri indicatori. Ad esempio, molte persone amano divertirsi con diversi tipi di smoothing; non sono contenti con una semplice media mobile oppure hanno problemi con la media mobile esponenziale e perciò si vogliono creare tipi diversi di smoothing. E questa è esattamente il tipo di compito che è facilmente svolto da BBScript senza dover avere qualità di programmatore. E’ la sua forza e la sua bellezza – BBScript ha una semplice interfaccia English-like che permette agli analisti di orientamento tecnico di realizzare le loro idee senza essere obbligati ad apprendere un linguaggio tecnico. Non c’è bisogno di imparare il Pascal, il Basic o l’Easy Language. E’ un linguaggio che già si conosce in gran parte. Ed è su web, non serve un software PC. Creiamo un editor BBScript in alto alle nostre piattaforme web, così gli utenti possono programmare le loro idee in alto ai nostri grafici, usando lo stesso motore del grafico per caricare e mostrare i dati. Perciò gli utenti di EquityTrader.com e BBForex.com possono programmare e testare i propri indicatori giusto sugli esistenti grafici interattivi. Era un mio sogno da anni, e perciò sono veramente al settimo cielo per averlo realizzato. Non vedo l’ora di condividere il mio nuovo lavoro con il pubblico di ITF.

, Grazie, John. Allora appuntamento là! Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Ricerca

Le notizie del giorno