Ciancimino ai domiciliari, scarcerato per motivi di salute

Il figlio di don Vito Ciancimino è stato scarcerato per motivi di salute, andrà ai domiciliari (Getty Images)

Massimo Ciancimino, figlio dell’ex sindaco di Palermo Vito e superteste al processo sulla trattativa Stato-mafia, ha lasciato il carcere.

Il Tribunale di sorveglianza di Roma ha infatti accolto la richiesta dei suoi legali e gli ha concesso la detenzione domiciliare per motivi di salute in quanto Ciancimino, 56 anni, era stato colpito da ictus lo scorso aprile. Attualmente imputato in appello a Palermo nel processo sulla cosiddetta trattativa dopo una condanna a otto anni in primo grado per calunnia all’ex capo della Polizia Gianni De Gennaro, il figlio di don Vito Ciancimino dovrà scontare ancora una condanna definitiva a tre anni per detenzione di esplosivo e un’altra ancora a due anni e otto mesi per riciclaggio.