Cibo da ascoltare: cresce passione per la tavola in formato podcast

Red
·4 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 23 dic. (askanews) - Cibo da gustare, cibo da condividere, cibo da leggere e ora anche cibo da ascoltare. Di pari passo alla passione degli italiani per la buona tavola, cresce l'interesse per tutti quelli che sono contenuti audio legati al cibo: podcast o audiolibri che siano, il racconto del cibo in tutte le sue innumerevoli sfumature, cattura l'attenzione di utenti, che, complice il lockdown, hanno sempre più confidenza con questo mezzo. Di questo abbiamo parlato con Francesco Bono, content director di Audible Italia, che ci ha confermato come "sta ormai crescendo molto tutto ciò che è attenzione verso il cibo: l'enogastronomia, non solo per appassionati foodies, ma anche tutto ciò che è legato all'alimentazione come elemento chiave del benessere. E credo che questo possa essere uno dei sintomi dell'epoca che stiamo vivendo: durante questa pandemia abbiamo visto una grande attenzione ai titoli legati al benessere, al self development, contro lo stress, alla meditazione, e una parte di quelli che sono cresciuti di più sono legati proprio a come mangiare meglio, che tipo di dieta seguire".

Questa tendenza, in parallelo, si riscontra, già da tempo, nel più ampio comparto dei consumi alimentari, o nel più affine mondo dell'editoria. "C'è sicuramente un trend in questa direzione nell'industria dei prodotti alimentari e c'è un trend anche nell'editoria: ad esempio il titolo fatto con Franco Berrino, La grande via, è un podcast che ha come protagonista Berrino che è autore di bestseller. Oltre a Berrino c'è anche Filippo Ongaro con Vivere antiaging che dà consigli come buone abitudini alimentari e di vita per rallentare l'invecchiamento del corpo".

Sicuramente quello della manualistica e dei saggi legati alla sana alimentazione è un filone che, soprattutto quest'anno, ha incontrato gli interessi di molti utenti. Ma, di pari passo, ci sono i podcast di storie legate al cibo e al buon bere che catturano l'attenzione. Come l'ultimo arrivato in casa Audible "Divino. Storie della storia del vino", il podcast di Storielibere.fm, in cui Roberto Cipresso, winemaker di fama internazionale, insieme al giornalista Federico Buffa, ripercorre, in 20 episodi, la storia e l'evoluzione del vino attraverso aneddoti e racconti di vitigni, terre lontane, tradizioni secolari e scoperte casuali. "Durante tutto il 2020, in tutta l'estate e negli ultimi mesi di lockdown - sottolinea Bono, parlando di questo filone - abbiamo visto una crescita dell'ascolto dei podcast: continua a crescere il segmento dell'audio-entertainment, ma i podcast crescono anche più velocemente. E' un modo di essere informati o intrattenuti che sta prendendo sempre più piede a cui gli italiani si stanno sempre più avvicinando o abituando".

Tra i titoli di enogastronomia più seguiti, Bono cita "alcune biografie di grandi chef come Kitchen confidential, o libri come quello di Davide Oldani o ancora il podcast di Carlo Cracco". Interessante anche La repubblica del soffritto di Don Pasta che "intervista una serie di signore anziane che, mentre ci raccontano e cucinano piatti tipici delle loro regioni, ci raccontano un'Italia che non c'è più: è un documentario dove si parla di cibo, di come è cambiato il nostro rapporto con il cibo e come la società italiana si è evoluta. Un modo di raccontare l'italia di ieri per capire l'Italia di oggi".

Ma chi è l'ascoltatore tipo di questi contenuti legati al mondo del cibo? "Il target è molto permeabile con quello degli audiolibri - articola Bono - sono sostanzialmente tre i gruppi di riferimento: coloro che sono interessati al cibo come benessere, quindi tutto quello che riguarda la dieta e l'healthy, c'è poi chi è appassionato più di storia e quindi contenuti che raccontano il cibo come storia sociale, e, infine, chi è appassionato di biografie e ascolta contenuti come Kitchen confidential". "A questi tre gruppi aggiungerei poi gli appassionati di scienza - prosegue - un autore che funziona molto è lo scienziato Dario Bressanini, i cui libri sono molto ascoltati perchè tutto il mondo della divulgazione scientifica funziona molto bene e quindi la scienza abbinata al cibo è un connubio che dà grandi risultati".

Il cibo si presta anche allo sviluppo di nuovi modelli di business per il mondo dei podcast, come già avvenuto in altri settori. "Sicuramente quello dei branded podcast è un segmento che sta crescendo, ma noi non lo affrontiamo perchè siamo in abbonamento. Preferiamo la qualità assoluta dei prodotti senza esporli a messaggi promozionali".