Cibo, un terzo nel mondo è prodotto da piccoli agricoltori

Redazione
·1 minuto per la lettura

ROMA (ITALPRESS) - A livello globale circa un terzo del cibo prodotto in tutto il mondo è frutto del lavoro dei piccoli agricoltori, ovvero di 5 aziende agricole su 6 che hanno meno di due ettari di estensione, sfruttano soltanto il 12% circa di tutto il suolo agricolo del pianeta e producono approssimativamente il 35 % dei generi alimentari mondiali.

È quanto è emerso da uno studio pubblicato nella rivista World Development e condotto dalla Fao. Secondo stime aggiornate, esistono attualmente nel mondo più di 608 milioni di aziende agricole a conduzione familiare, che occupano tra il 70 e l'80% dei terreni agricoli mondiali e producono approssimativamente l'80% dei generi alimentari mondiali in termini di valore.

Inoltre, dal nuovo studio si possono ricavare stime sulle dimensioni delle aziende agricole: il 70% circa di tutte le aziende agricole, che lavorano soltanto il 7% di tutti i terreni agricoli, hanno dimensioni inferiori all'ettaro, mentre il 14% delle aziende, che controllano il 4% del suolo agricolo, hanno dimensioni comprese tra uno e due ettari; infine, il 10% di tutte le aziende agricole, che operano sul 6% del suolo agricolo, hanno dimensioni comprese tra due e cinque ettari. Al tempo stesso, l'1% delle aziende agricole mondiali di più grandi dimensioni, vale a dire con estensione superiore ai 50 ettari, utilizza più del 70% dei terreni agricoli mondiali, di cui quasi il 40% si può ricondurre ad aziende agricole con oltre 1.000 ettari di estensione. In generale, le dimensioni delle aziende agricole aumentano con l'aumentare del reddito medio nazionale: il 99% delle aziende agricole nei paesi ad alto reddito ha un'estensione superiore a cinque ettari, una percentuale questa che nei paesi a basso reddito scende al 28%.

(ITALPRESS).

ads/com