Ciclismo: aperta a Mestre la situation room, sarà torre di controllo mobilità durante il Giro (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – L’ambiente operativo raccoglierà i dati relativi alla mobilità sul territorio, costantemente alimentati da enti e istituzioni coinvolte dal passaggio della corsa, come Comuni, comandi e consorzi di polizie locali. I dati così inseriti nel sistema grazie alla piattaforma Moova, del partner tecnologico Almaviva, permetterà di restituire sotto forma di app tutte le informazioni raccolte, che dunque saranno rese disponibili ai cittadini e a chi si muove sul territorio. Fondamentale, da questo punto di vista, il ruolo delle polizie locali, un occhio costantemente puntato sul territorio, il cui lavoro sarà prezioso per alimentare la piattaforma.

La app, raggiungibile al link https://giroditalia.situationroom.cavspa.it, consiste in una mappa in cui, cliccando sui filtri disponibili, è possibile conoscere in tempo reale l’intensità del traffico, in un quadro sempre aggiornato su eventuali criticità lungo la rete attraverso una gradazione cromatica, ma anche eventi che possano rappresentare ostacoli alla circolazione (incidenti, cantieri, etc.), identificati attraverso pittogrammi, così come l’ubicazione e la disponibilità dei parcheggi.

L’informazione all’utenza riguarda anche lo sviluppo della corsa: due biciclette stilizzate rappresenteranno, lungo il percorso di tappa, l’inizio e la fine della carovana rosa e dunque permetteranno, grazie a un sistema di georeferenziazione che coinvolgerà le staffette in gara, di conoscere in tempo reale il posizionamento della corsa in ogni momento, avendo sempre il quadro completo della chiusura e riapertura della viabilità coinvolta.