Ciclismo: ecco bike for good, il progetto che sottolinea il valore positivo della bicicletta

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 17 nov. – (Adnkronos) – L’evento di lancio del prossimo 25 novembre, in programma alle ore 18.45, presso la sede dell’Aci di Milano (via Marina, 6), apre la strada al progetto “Bike for Good”, realizzato da Fondazione Laureus Sport for Good e Fondazione Edison Orizzonte Sociale (EOS). La partecipazione è aperta a tutti a fronte della registrazione al link: https://sostieni.laureus.it/dona-ora/.

A introdurre la serata ci sarà Federica Masolin, giornalista e volto di Sky Sport e Ambassador Laureus. A lei, a Daria Braga, Direttore di Fondazione Laureus Sport for Good e a Francesca Magliuolo, Direttrice della Fondazione EOS – Edison Orizzonte Sociale, il compito di fare gli onori di casa e di offrire l’aperitivo di benvenuto, a cui seguirà l’intervento di Davide Cassani, Ambassador Laureus, ex ciclista ed ex commissario tecnico della nazionale maschile élite di ciclismo su strada. Davide Cassani, in particolare, si soffermerà sull’uso della bicicletta nella vita quotidiana e sull’importantissimo tema della sicurezza stradale su due ruote.

La serata sarà poi animata da Roberta Di Mario, pianista e compositrice, che con la sua musica accompagnerà nella narrazione di storie e miti del ciclismo la voce del giornalista sportivo Giovanni Bruno, che, in qualità di storyteller, ripercorrerà l’epopea di Alfonsina Strada, “Nomen omen”, prima donna a competere nel ciclismo su strada in gare maschili, ritenuta di diritto pioniere della parificazione tra sport maschile e femminile. A ruota, Bruno si soffermerà anche sulla storia di Emil Zátopek, mezzofondista e maratoneta cecoslovacco, capace di conquistare quattro medaglie d’oro e un argento ai Giochi olimpici, e di Eric Liddell e Harold Abrahams, leggendari campioni britannici di atletica leggera, le cui gesta sono al centro del film “Momenti di Gloria”.

Il progetto “Bike for Good”, attivo per tutto l’anno scolastico 2022-2023, ha l’obiettivo di offrire ai giovani, provenienti da contesti sociali vulnerabili, percorsi educativi e formativi, tramite workshops dedicati, sull’importanza della sicurezza stradale sulle due ruote e della sostenibilità, fornendo anche competenze di meccanica ciclistica e più in generale di promuovere stili di vita sostenibili e sottolineare l’importanza e il valore positivo della bicicletta e dello sport.

Tra le iniziative promosse, in evidenza, la biciclettata che coinvolge i giovani del progetto, organizzata con la Randonneé MiRando Milano (www.mirandomilano.it). Un evento, in programma nel prossimo febbraio, rivolto agli amanti della bicicletta e della sostenibilità con partenza dal centro di Milano.