Ciclista investita ad Albonese, morta dopo due giorni di agonia: aveva 52 anni

Incidente a Livorno
Incidente a Livorno

Dopo essere stata investita da un furgone due giorni prima ad Albonese, la ciclista Paola Schionato è morta a 52 anni: nell’incidente che l’aveva coinvolta aveva riportato un trauma cranico commotivo ed era stata ricoverata in Rianimazione al policlinico San Matteo di Pavia.

Ciclista investita ad Albonese

Il sinistro si era verificato poco prima delle 13 sulla statale 211 della Lomellina in direzione di Mortara. Secondo quanto ricostruito, la donna stava viaggiando a bordo della sua bicicletta per recarsi al lavoro quando un furgone Mercedes Vito, arrivato alle sue spalle e guidato da un 63enne di Somma Lombardo, l’ha urtata con lo specchietto facendola cadere a terra.

Una caduta rovinosa che le ha provocato gravi ferite alla testa e che l’ha costretta ad un ricovero d’urgenza nella terapia intensiva del San Matteo. I sanitari del 118, giunti sul posto dopo l’allarme, l’avevano infatti trasportata in elisoccorso nella struttura sanitaria nel disperato tentativo di salvarla. Dopo due giorni di agonia, il suo cuore si è purtroppo fermato e i medici non hanno potuto fare altro che constatare il suo decesso.

Ciclista investita ad Albonese: indagini in corso

Sul luogo dell’incidente si erano precipitate anche le forze dell’ordine, che hanno eseguito i rilievi utili a ricostruire la dinamica dell’accaduto e ad accertare eventuali responsabilità.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli