Ciclone in transito nel weekend, poi piogge battenti: il meteo

(Adnkronos) - Con l’estate di San Martino, ieri venerdì 11 novembre, si è chiusa la stagione secca. Come succede ai tropici, questo 2022, ha regalato sei mesi di estate, una stagione secca con tanto sole, temperature roventi da primato e pochissime piogge, esclusi alcuni isolati temporali violenti. Chissà se come ai tropici adesso arriveranno sei mesi di pioggia.

Mattia Gussoni, meteorologo de iLMeteo.it, nega la possibilità di un clima totalmente tropicale, per adesso in Italia abbiamo una stagione calda sempre più lunga, ma dal punto di vista delle precipitazioni la siccità incombe sempre più spesso. Ma, in modo straordinario, proprio nel giorno in cui si celebra l’estate di San Martino, quel periodo autunnale in cui dopo i primi freddi si verificano condizioni climatiche di bel tempo e relativo tepore, ecco che l’estate finisce. Arriva l’autunno, ed entra in scena in un modo altrettanto curioso: l’anticiclone africano, che ha dominato l’Italia da maggio, verrà sconfitto, demolito, da una piccola perturbazione in arrivo dall’Albania.

Nelle prossime ore, questa perturbazione albanese, una goccia fredda in gergo meteorologico, risalirà l’Italia da Sud-est verso Nord-ovest, dalla Puglia fino al Piemonte portando un lento ma graduale peggioramento su tutto lo Stivale. I primi fenomeni sono attesi dunque al Sud e in risalita verso il medio Adriatico, anche con una sostenuta ventilazione. Un sabato compromesso, specie dal pomeriggio, sulle suddette zone mentre la Domenica vedrà un peggioramento più diffuso: sono attesi fenomeni, a tratti anche temporaleschi e con insolite grandinate per il periodo, sempre al Sud ma anche in Sardegna, Emilia Romagna e regione centrali, meno coinvolta la Toscana.

Da lunedì questa goccia fredda si spingerà verso la Francia e, come una chiave magica, aprirà la Porta Atlantica: in pratica con il suo moto anomalo retrogrado, cioè da Sud-est verso Nord-ovest, scombussolerà le dinamiche europee sconfiggendo il persistente anticiclone africano. Con il ritiro verso Sud del Cammello, così viene definito l’anticiclone subtropicale nordafricano, non ci saranno più ostacoli sulla strada delle perturbazioni atlantiche verso l’Italia, ecco che avremo l’apertura della Porta Atlantica al flusso umido oceanico.

Nella nuova settimana ci attendiamo dunque frequenti passaggi con piogge alternate a pause più asciutte, precipitazioni in graduale discesa da Nord-ovest verso Sud: insomma questo sarà l’Autunno classico, avremo il ritorno di cieli grigi, temperature nella norma e ombrelli aperti anche laddove i terreni sono arsi e secchi come nel solleone estivo.

Oggi, sabato 12 novembre - Al nord: cielo spesso coperto e nebbioso. Al centro: tante nuvole, venti da nordest. Al sud: peggiora dal pomeriggio/sera con piogge e temporali via via più diffusi.

Domani, domenica 12 novembre - Al nord: peggiora dalla sera con piogge sparse specie in Romagna. Al centro: instabile con temporali su Adriatiche ed est Sardegna. Al sud: instabile con piogge e rovesci, specie sui settori ionici.

Lunedì 13 novembre - Al nord: peggioramento con piogge. Al centro: fase di maltempo sul Lazio. Al sud: temporaneo miglioramento con sole e nuvole sparse.

Tendenza - Da martedì arriva un treno di perturbazioni atlantiche, una serie di fronti con piogge sparse alternate a brevi momenti asciutti.