Cicutto: la Biennale deve essere più contemporanea delle sue arti

·1 minuto per la lettura
featured 1490045
featured 1490045

Venezia, 30 ago. (askanews) – “Io credo che un’istituzione come questa, che ha 126 anni di vita, che dialoga con il mondo intero, se non è contemporanea anche più delle arti che rappresenta ha fallito la sua mission”. Lo ha detto il presidente della Biennale di Venezia, Roberto Cicutto, a margine della cerimonia di premiazione della 17esima Biennale di architettura.

“Penso che la Biennale ha saputo costruire, attraverso i curatori, attraverso il suo team, attraverso i presidenti in tutti questi anni qualcosa che ormai assorbe dalle radici, si pianta nel presente e immagina dei futuri. Questa è la sua mission, non ci siamo inventati niente oggi. E avendo vissuto, nell’arco dei 126 anni, molte contemporaneità, ogni volta mette in risalto un aspetto peculiare del tempo in cui la si realizza”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli