Cida Emilia-Romagna interroga candidati alle prossime... -3-

Pat

Bologna, 19 dic. (askanews) - Occorre, secondo il manifesto di Cida, "riorganizzare l'offerta formativa sul territorio, anche alla luce del possibile rafforzamento dell'autonomia differenziata". E' bene, inoltre "integrare l'azione degli attori coinvolti in una strategia in grado di sostenere la competitività della Regione. Investire in edilizia scolastica per superare una situazione emergenziale e dare risposte al tema della sicurezza. Trattenere i 'cervelli in fuga' e, attivare politiche di 'attrazione' nella Regione".

Sul tema immigrazione si chiede di gestirla "senza fermarsi all'accoglienza ma generando sbocchi lavorativi. Prendere in considerazione l'attivazione di corridoi che diano la possibilità a migranti/rifugiati con elevata preparazione di costituire un possibile serbatoio di lavoratori con potenziale medio/alto".

"Avere una pubblica amministrazione efficiente, competente e trasparente, conscia del proprio ruolo 'super partes' - è l'auspicio di Cida -. Realizzare una forte interazione tra enti pubblici e strutture private nel turismo. Divulgare e far conoscere le 'eccellenze' della Regione, a fini della attrattività di investimenti, di competenze e di flussi turistici".