Cile al voto per la nuova Costituzione

In Cile circa 15 milioni di persone sono chiamate alle urne questa domenica per esprimersi sulla bozza della nuova Costituzione che dovrebbe sostituire quella in vigore dal 1980, scritta durante la dittatura militare di Pinochet.

In un referendum per il quale per la prima volta in Cile è obbligatorio il voto, gli elettori dovranno rispondere alla semplice domanda: "Approva il testo della nuova Costituzione proposto dalla Convenzione costituzionale?". Due le opzioni di risposta: "approvo" o "rifiuto".

Il presidente della repubblica, Gabriel Boric, si è detto "fiducioso nella saggezza del popolo cileno". Gli analisti cileni sottolineano la grande incertezza sul risultato del referendum, nonostante i più recenti sondaggi indichino la probabile vittoria del fronte contrario.