Cile, Amnesty: missione per indagare su violazioni diritti umani -2-

red/Mgi

Roma, 25 ott. (askanews) - Il governo cileno ha dichiarato che, finora, sono morte 18 persone durante le manifestazioni, lo stato d'emergenza e il coprifuoco. Secondo l'Istituto nazionale dei diritti umani (Indh), cinque di queste persone sono state uccise dalle forze di sicurezza. La stessa fonte segnala l'arresto di 2600 persone, 584 feriti (245 dei quali a colpi d'arma da fuoco) e altre gravi violazioni dei diritti umani.

L'unità regionale di crisi di Amnesty International raccoglierà testimonianze ed esaminerà informazioni che possano corroborare le denunce di violazioni dei diritti umani e di possibili crimini di diritto internazionale, con l'obiettivo di aiutare le vittime a pretendere giustizia, verità e riparazione da parte dello stato. (Segue)